Covid, Vaia: «Osare in sicurezza per ripartire»

Covid, Vaia: «Osare in sicurezza per ripartire»

Francesco Vaia, direttore sanitario dell’Inmi Spallanzani, ha espresso la sua opinione in merito alle riaperture delle attività economiche.

Con un post apparso sul suo profilo Facebook, Francesco Vaia ha espresso la sua opinione in merito alle riaperture delle attività economiche attualmente chiuse a causa della pandemia di Coronavirus. Il direttore sanitario dell’Inmi Spellanzani di Roma ha spiegato che secondo lui è necessario osare in sicurezza per ripartire e dare respiro a tutte quelle realtà che stanno soffrendo per via delle chiusure imposte dal Governo nel tentativo di tenere sotto controllo la diffusione del Covid-19.

L’opinione di Francesco Vaia in merito alle riaperture

Il direttore sanitario dell’Inmi Spellanzani ha postato sul suo profilo social alcune considerazioni sulle riaperture. Secondo l’esperto infatti «Si può e si deve osare, in sicurezza, per ripartire». Francesco Vaia ha continuato su Facebook spiegando che «Come l’aria ed il respiro sono il segnale e la misura della nostra vitalità, al contrario la depressione economica, la mancanza di mobilità e dello sport e del tempo tempo libero in generale, certificano uno stato comatoso di un Paese. Non possiamo permettercelo».

L’esperto non vuole sottovalutare il Covid, ma anzi chiede di fare grande attenzione al modo in cui avverranno le riaperture. Nonostante questo però il direttore dello Spellanzani ritiene che sia arrivato il momento di parlare di riaperture e di coordinare delle modalità per permettere alle attività economiche di riprendersi dalla crisi.

Francesco Vaia ha quindi deciso di schierarsi con chi desidera riaprire. Per farlo ha optato per un accurato appello apparso sul suo profilo Facebook. «Vorrei, con grande umiltà e rispetto, rivolgere un appello ai sindaci italiani, da sempre in prima fila nella conduzione della nostra Nazione, sopratutto nei momenti di difficoltà, quando c’è da affrontare una emergenza: profittiamo di questo tempo e di questa stagione per moltiplicare nei nostri parchi, negli spazi ampi, aree attrezzate per lo sport, per il tempo libero, per la buona lettura, per ascoltare musica e, perché no Pieces teatrali», ha scritto Vaia.

«Aiutate il Paese ad uscire vincitore da questa battaglia. La risposta al virus è nel vaccino, nelle terapie innovative ma sopratutto è corale, è di sistema. Diamo forza e coraggio alle persone, accompagniamole in questo percorso: miglioriamo i trasporti, aumentiamo la ricettività delle scuole, attrezziamo i nostri parchi dotandoli di strutture modulari per il tempo libero e per lo sport», ha continuato il direttore dello Spellanzani nel suo messaggio.

Vaia quindi nel suo appello pone l’accento non solo sulla lotta contro il terribile virus che continua a mietere vittime ogni giorno, ma anche sulla salute mentale e fisica degli italiani che stanno vivendo un momento molto complicato a causa delle restrizioni imposte dalle chiusure per contenere la pandemia. «Lo so, è difficile, avrete bisogno anche di risorse ma sappiate che saremo tutti con voi. Forza, miglioriamo il nostro Paese, usciamo più forti da questa pandemia», ha concluso il direttore dello Spellanzani.