Covid-19, la Regina Elisabetta sarà tra i primi a sottoporsi al vaccino

Covid-19, la Regina Elisabetta sarà tra i primi a sottoporsi al vaccino

La sovrana, 94 anni, e i membri più anziani della famiglia reale si sottoporranno pubblicamente al vaccino per dare il buon esempio.

Anche in Gran Bretagna i movimenti no-vax stanno provocando una preoccupante onda di scetticismo nei confronti del vaccino Anti-Covid. Sui social continuano ad apparire nuove fake news e la situazione, ipotizzano le autorità locali, tenderà a peggiorare con l’avvicinarsi delle prime vaccinazioni.

Per incoraggiare quante più persone possibile a farsi vaccinare, i volti più noti d’Inghilterra hanno deciso di dare il buon esempio, sottoponendosi all’iniezione pubblicamente. Su tutti, i membri più anziani della famiglia reale, compresa la Regina Elisabetta II.

La sovrana (94 anni) e il Principe Filippo (99) saranno tra i primi a sottoporsi al trattamento, nella speranza di riuscire a calmare i dubbi e le incertezze dei cittadini britannici. L’obiettivo, in questa prima fase, sarà quello di sottoporre al vaccino le persone più a rischio come gli anziani e gli operatori sanitari.

L’appello delle star britanniche:

Secondo quanto riportato dal Daily Mirror, alla famiglia reale si uniranno diverse figure pubbliche molto famose nel Regno Unito.

Nelle scorse ore, Bob Gedolf (cantante e attore), Michael Palin (leggenda dei Monty Python) e Michael Parkinson (conduttore televisivo), tutti e tre cavalieri, hanno animato diversi appelli per invitare la popolazione a vaccinarsi.

Ma sono davvero tante le star britanniche ad essersi opposte a complottisti e anti-vax.

Il conduttore di This Morning, Eamonn Holmes ha annunciato che si sottoporrà al vaccino il prima possibile: “La vita va vissuta, non sprecata. Ho ancora tante cose da fare. Non mi va di sprecare anni a nascondermi"

La star dei The Who, Roger Daltrey, 76 anni, ha fatto eco a uno dei suoi successi, dicendo: “La mia generazione ha evitato alcune delle peggiori malattie conosciute dall’uomo proprio grazie ai vaccini fatti da giovani. Dobbiamo dimostrare che sono sicuri, lo dobbiamo ai giovani di oggi".

Il chitarrista dei Rolling Stones, Ronnie Wood, 73 anni, ha definito il vaccino anti Covid "una benedizione".