Autore: Antonio 2

Coronavirus

Covid-19, dopo le polemiche arriva la conferma: altro paese salentino colpito

Primo contagio in un altro comune del Salento.

Nei giorni scorsi, si era creata una grande polemica tra gli organi di informazione e i lettori sui social. La polemica era stata creata dal fatto che la notizia sul probabile primo contagiato da Covid-19 nella città di Tricase circolava gia’ dal primo pomeriggio di venerdì in quanto diffusa dal bollettino regionale epidemiologico della Regione Puglia che indicava la città con un contagio. Ma, allo stesso tempo, il Sindaco non aveva comunicato nulla.

Ore di attesa, polemiche sui social, attacco ai giornalisti rei di creare allarmismo, ma poi alla fine la conferma è purtroppo arrivata: anche il Sindaco ha confermato il primo contagio positivo da Coronavirus a Tricase. Capita spesso che la stampa arrivi sulla notizia prima delle autorità, ma la particolarità di questa situazione è stata dovuta al fatto che rispetto alle altre volte, la conferma è arrivata davvero molto in ritardo (dopo quasi 24 ore), non sappiamo il motivo preciso: probabilmente perchè è stata comunicata in ritardo dalle autorità al Sindaco. Alla fine il Primo Cittadino ha confermato il caso, nella tarda mattinata del giorno seguente.

Il comunicato del Sindaco Chiuri

Su Facebook il Sindaco Chiuri ha pubblicato un post su Facebook. Egli ha esordito così: «a seguito dei necessari approfondimenti effettuati nella nottata appena trascorsa e nella mattinata odierna, informo la cittadinanza che anche a Tricase, purtroppo, vi è un caso di contagio da covid-19. Si tratta di un paziente già seguito dai competenti servizi ASL, che aveva osservato un primo periodo di quarantena e, in attesa dell’esito degli esami, su indicazione del Comando di Polizia Locale e della ASL, permaneva, con alto senso di responsabilità e seppur in assenza di ulteriori indicazioni ufficiali, in auto-isolamento in casa.»

Poi Chiuri ha rivolto un invito ai suoi cittadini: «Invito pertanto la cittadinanza tutta a continuare ad osservare scrupolosamente le disposizioni precauzionali già adottate a livello locale e nazionale. Esprimo il mio rammarico per l’assenza di informazioni ufficiali al momento in cui scrivo e vi assicuro il mio costante impegno a tutela di tutta la comunità