Autore: Rita Parisi

Coronavirus

Covid-19 Campania, De Luca annuncia quando arriverà il picco dei contagi e illustra il piano economico sociale

Vincenzo De Luca, governatore della Campania, nel corso dell’ultima diretta Facebook, ha fatto il punto della situazione sull’emergenza Coronavirus.

Vincenzo De Luca, nel corso dell’ultima diretta Facebook, ha aggiornato i campani sull’emergenza Coronavirus e su come la regione sta fronteggiando i nuovi contagi. Il governatore ha spiegato: “L’epidemia sta rallentando al Nord, non rallentano i morti ma è positivo ci sia un incremento non esponenziale di contagiati. Crescono i contagi al Sud, come era prevedibile. Abbiamo registrato nello specifico una presenza tra i contagiati di soggetti più giovani rispetto alla media nazionale, crediamo sia dettato dalla ondata di ritorno venuta dal Nord”. Sul divieto tassativo di non far passeggiare i bambini ha ammonito: “Se non stringiamo i denti per altri dieci giorni, i bimbi resteranno chiusi a casa a giugno e a luglio”. Nella giornata di ieri in Campania ci sono stati 221 nuovi contagi per un totale di 2677 persone contagiate: “Ma per fortuna – ha sottolineato De Luca - non sono cresciuti i ricoveri nelle terapie intensive sui 2677 contagiati”.

LEGGI ANCHE: Angelo Borrelli: «Anche il 1 maggio saremo in casa, probabile riapertura a partire dal 15 maggio»

Covid-19 in Campania: “situazione di assoluta tranquillità”

Poi, nel dettaglio, De Luca ha evidenziato: “Nel complesso il dato campano si mantiene assolutamente in linea con le previsioni dell’algoritmo, siamo in una situazione di assoluta tranquillità. Se non avessimo avuto le due zone rosse in quarantena, quella del Vallo di Diano e quella di Ariano Irpino, oltre che alcuni risultati particolarmente pesanti nelle residenze per anziani soprattutto private saremmo oggi molto al di sotto di questi dati. Ma nonostante questo siamo in media con le previsioni che ci dava il nostro algoritmo e siamo quindi in una situazione di assoluta tranquillità”. Il governatore De Luca ha poi spiegato ai campani quando si attende il picco dei contagi: “In Campania contiamo di avere il picco per fine aprile e inizio maggio, dunque l’inizio della curva discendente fino alla somma zero. Abbiamo registrato dei rilassamenti intollerabili. Ho dovuto chiedere l’invio di altre 300 unità delle forze armate per la Campania a sostegno delle forze di polizia nel controllo del territorio. In alcune zone c’è una disinvoltura che fa paura”.

LEGGI ANCHE: “Stress da coronavirus”: Intervista al Dott. Stefano Ciani

Il piano economico sociale di De Luca: 500 milioni di euro per risollevare la Campania

Nel corso della diretta Facebook, Vincenzo De Luca ha poi annunciato un piano economico sociale che avrà risorse finanziarie per circa 500 milioni di euro: “Domani mattina lo presenteremo, un piano enorme che prevede interventi sulle politiche sociali aiuto alle fasce deboli, interventi di aiuto nelle aree dove abbiamo una presenza di immigrati, come la Piana del Sele e Castel Volturno, interventi a tutele delle donne” oltre a “sostegno al turismo, alle aziende che hanno subito danni pesanti in queste settimane, aziende di tutti i tipi, attività autonome, artigianali, sostegni ai professionisti, alle aziende agricoli e della pesca”. Inoltre, nel piano sono contemplati anche: “interventi per la casa e sostegno ai fitti, contributi alloggiativi , misure per credito agevolato alle imprese, credito a tasso zero”. Una manovra, ha concluso il governatore della Campania: “imponente rispetto alla quale cercheremo di evitare sovrapposizioni con interventi istituzionali e punteremo alla semplificazione”.