Autore: Luca Macaluso

Alimentazione - Benessere

Cosa succede a chi mangia troppo ananas? Ecco la risposta

Mangiare troppo ananas fa bene o fa male? Ecco i pareri degli esperti nutrizionisti.

Tra i frutti tropicali più facili da reperire per le nostre tavole senza dubbio c’è l’ananas. La larga diffusione nei negozi, nei supermercati, nei mercatini della frutta e dai fruttivendoli, di questo frutto, spesso fa dimenticare il fatto che si tratta di un frutto che proviene da paesi lontani, da luoghi esotici caldi e umidi.

Queste sono le condizioni climatiche più favorevoli affinché possa nascere un ananas. L’ananas è un frutto molto ricco di sostanze necessarie per l’organismo, ma ha anche diverse controindicazioni, soprattutto nel caso in cui si mangia in abuso. L’ananas è un frutto dalle tante proprietà benefiche però fare attenzione ai suoi effetti collaterali.

TI POTREBBE INTERESSARE: Caffè e infarto: ecco tutto quello che non sapevi!

Proprietà benefiche dell’ananas

L’ananas è prima di tutto un frutto ricco di sali minerali e vitamine. Nell’ananas ci sono molte vitamine A e C e questa concentrazione fa si che il frutto sia molto ricco di proprietà antiossidanti. All’ananas vengono riconosciute proprietà antinfiammatorie, decongestionanti e digestive. Dell’ananas si usa sia la polpa che il gambo.

Nella polpa è presenta un enzima molto importante che è la bromelina. Questa sostanza ha effetti importanti e benefici per l’organismo, tra i quali quelli di aiuto alla digestione, quelli antinfiammatori e decongestionanti. Il frutto è ricco di acqua e acidi e pertanto il consumo di ananas favorisce il contrasto alla ritenzione idrica del corpo umano.

TI POTREBBE INTERESSARE: Mangi il cornetto a colazione? Ecco cosa succede al nostro corpo

La ricchezza di vitamina C e di sostanze alcaline, rende l’ananas un frutto che aiuta le difese immunitarie e ottimo quindi per la prevenzione delle malattie, anche quelle tipiche delle stagioni fredde, dai raffreddori alle influenze.

Non bisogna esagerare con l’ananas

Come per ogni cosa, abusare di una sostanza, anche se generalmente considerata benefica, può far male e può ridurre gli effetti benefici che invece apporterebbe con un consumo giusto ed equo. L’ananas può, innanzi tutto, generare allergie in soggetti sensibili a questo alimento. La presenza di lattice nel frutto, soprattutto in soggetti allergici a questo elemento, può essere pericolosa.

TI POTREBBE INTERESSARE: L’alloro è tossico!: attenzione, ecco cosa può accadere

Per chi abusa di ananas, sono stati riscontrati anche numerosi effetti collaterali quali la diarrea il mal di stomaco il vomito, disturbi al ciclo mestruale e irritazione delle mucose. Essendo un frutto ricco di acidi, se ne sconsiglia l’uso in gravidanza, perché, pur se non comprovata scientificamente, esiste una teoria che addossa all’ananas eventuali problematiche di emorragie dell’utero.

L’ananas non è indicato nemmeno i soggetti affetti da ulcera o a soggetti affetti da ipertensione, perché pare che questo frutto provochi tachicardia. Ricapitolando, all’ananas vengono riconosciute ottime proprietà antiossidanti, antinfiammatorie e diuretiche, ma allo stesso tempo a questo frutto vengono addossate problematiche allergiche e gastrointestinali.