Autore: Luca D

Italia - Spagna - Grecia - Coronavirus

Coronavirus, ultimi aggiornamenti: 374 colpiti, 12 morti, 4 minori positivi, casi in Brasile, Grecia e Algeria

Sale a 374 il numero dei positivi al test, individuati italiani contagiati anche in Brasile, Grecia, Algeria, a Madrid e Tenerife. La procura di Lodi apre un’indagine.

Sale a dodici il bilancio dei morti in Italia a causa del Coronavirus. L’ultimo, in ordine cronologico, è un 70enne dell’Emilia Romagna che, ancora una volta, presentava un quadro clinico già precedentemente compromesso. D’altro canto, dallo Spallanzani di Roma ci giunge una buona notizia: è guarita la turista cinese ricoverata ad inizio mese, si tratta del primo caso individuato in Italia e del secondo ufficialmente guarito dall’ospedale sopracitato.

Gli aggiornamenti dalla Lombardia e dall’estero

Continuano ad essere analizzati di continuo i tamponi provenienti dalle regioni colpite, di conseguenza aumenta anche il numero dei contagiati ufficiali che giunge a quota 374, di questi, ben 258 sono in Lombardia.
Iniziano ad arrivare conferme di test positivi da diverse parti del mondo, segno che il virus si sta diffondendo. A Tenerife, territorio spagnolo delle Isole Canarie, sono stati individuati tre turisti italiani positivi al Coronavirus. Anche in Brasile, in Grecia, in Spagna e in Romania delle persone che avevano visitato il Nord Italia nei giorni precedenti sono risultate positive ai test. In Algeria, un dipendente dell’Eni controllato all’aeroporto è risultato positivo. Sullo stesso territorio italiano ci sono dei casi che testimoniamo quanti sia difficile arginare la diffusione del virus, già giunto a Palermo e a Bolzano.

Positivi quattro minorenni

Fino ad ora, il virus ha colpito prevalentemente persone anziane, limitandosi ad effetti non gravi su persone più giovani. Non abbiamo ancora abbastanza dati per prevedere il comportamento del virus sui più piccoli, ma il fatto che non abbia già manifestato la sua pericolosità verso di loro lascia sperare che, in realtà, non sia particolarmente nocivo per i più giovani.

Nelle ultime ore sono risultati positivi al test quattro ragazzi non ancora maggiorenni. Si tratta di un ragazzo di 15 anni, due di 10 anni ed una bambina di soli 4 anni. La loro situazione verrà monitorata ancora più attentamente rispetto alle altre.

L’indagine della procura di Lodi

Per cercare di fare luce sulla diffusione del virus nel lodigiano e per cercare, allo stesso tempo, di prevenire una nuova ondata di infezioni, la procura lodigiana ha aperto un’indagine conoscitiva «sulle dinamiche della diffusione del Coronavirus e sulle procedure adottate negli ospedali della zona». Nella prima mattinata odierna, i Nas di Cremona, hanno controllato e analizzato diverse attività nella zona rossa, ma nessuna dichiarazione ufficiale è stata ancora rilasciata.

Da oggi tamponi solo per i sintomatici

Franco Locatelli, direttore del Consiglio Superiore di Sanità, ha fatto sapere che, da oggi, i tamponi verranno eseguiti solo su soggetti sintomatici. Di tutti i tamponi analizzati fino ad ora il 95% è risultato negativo al test e, visto il periodo di emergenza e la mancanza di tamponi facilmente e velocemente reperibili, quelli a disposizione verranno utilizzati solo su persone che presentano dei sintomi o che sono certamente entrate in contatto con uno dei pazienti già risultati positivi.

N.B. I dati riportati nell’immagine sono aggiornati alla serata di ieri