Autore: B.A

29
Apr 2020

Coronavirus, pensioni di nuovo a rischio, Fornero: «potrebbe servire un nuovo contributo di solidarietà»

Intervenuta durante la trasmissione «Di Martedì», la Professoressa ipotizza nuovi tagli alle pensioni.

La crisi economica che sta divampando a seguito dell’emergenza sanitaria è l’argomento principale di discussione. Una crisi che non ha precedenti nella storia recente. A confronto, la crisi del 2011 sembra una inezia. Servono miliardi di euro per dare rilancio all’economia, non solo italiana, ma mondiale. Basti pensare che in genere, le manovre finanziarie di fine anno, le leggi di Bilancio, hanno avuto negli ultimi anni cifre simili al solo decreto «Cura Italia», che è stato finanziato con 25 miliardi. E nel decreto aprile il governo quanto meno raddoppierà lo stanziamento.

In Europa di ragiona su misure imponenti, e come è facile ipotizzare, sarà necessario qualche sacrificio da parte dei cittadini. A conferma di questo, bastano le parole che la Merkel e il governo tedesco. Qualsiasi sia la misura che l’Europa varerà per contrastare la crisi, occorre che gli Stati Membri inizino ad essere virtuosi, uniformando le regole fiscali che adesso sono troppo differenti tra Stati. Serviranno sacrifici, anche e di nuovo da parte dei pensionati. E su questo va registrato l’intervento di Elsa Fornero durante la trasmissione «Di Martedì» su La7.

LEGGI ANCHE: Pensioni: ecco l’età pensionabile dopo il 2021, cambia tutto

Pensioni, potrebbe essere necessario un contributo di solidarietà

Ieri sera nel consueto appuntamento settimanale su La7, per la trasmissione “Di Martedì”, condotta da Giovanni Floris, ospite di nuovo la Professoressa Elsa Fornero. L’ex Ministro del governo Monti, a cui si deve la riforma delle pensioni che da anni fa discutere, ha affrontato il discorso della crisi economica di questi giorni. Nella trasmissione, l’argomento era la crisi economica e le difficoltà dello Stato Italiano. L’Italia infatti è alle prese con autentiche voragini in bilancio e in studio l’argomento era l’ipotesi drammatica che prevede l’Istituto Nazionale di previdenza Sociale, impossibilitato a pagare le pensioni. Scenario estremo e ripetiamo, drammatico, con la Fornero che ha esposto la sua particolare cura. Come al solito, taglio delle pensioni, o contributo di solidarietà, come ha esposto la professoressa.

LEGGI ANCHE: Reddito di cittadinanza, da luglio nuovi requisiti, ecco le novità

Ecco le parole della Fornero

La Fornere propone di fatto un nuovo taglio alle pensioni. Sul rischio che l’Inps non riesca più a pagare le pensioni, la Fornero si è detta scettica su questa possibilità. Ma qualche sacrificio gioco forza occorrerà preventivarlo. «Non credo che si arrivi a non pagare le pensioni», ma è anche vero che lo Stato si sta indebitando ma per fronteggiare un’emergenza mai vista prima. A voler essere realistici possiamo ipotizzare che gli assegni alti diano un nuovo contributo solidarietà", queste le parole della Fornero. In altri termini, di nuovo a rischio gli assegni degli italiani, soprattutto quelli con pensioni per così dire più elevate. Che i pensionati diventino di nuovo bancomat del governo, che usualmente utilizza gli assegni previdenziali per fare cassa? Se fu necessario intervenire così nel 2011, e se la crisi di oggi è nettamente più grave di quella, le parole della Fornero potrebbero non essere semplici ipotesi.