Autore: Stefano Calicchio

Crisi economica

9
Mar 2020

Coronavirus: governo pronto a stanziare nuovi fondi, Lombardia attiva 135 milioni per cassa integrazione

La crisi del Coronavirus si abbatte su main street: la tenuta del sistema economico è a rischio, il governo prevede ulteriori stanziamenti.

Dal governo si studia un ampliamento degli stanziamenti dedicati all’emergenza Coronavirus, oltre ai 7,5 miliardi già messi recentemente in campo. I tecnici dell’esecutivo stanno infatti lavorando ad un nuovo decreto legge, che prenderà forma definitiva dopo l’autorizzazione del parlamento allo sforamento del deficit.

L’ipotesi di aumentare le risorse economiche circola da diverse ore e si rende sempre più consistente man mano che l’emergenza sanitaria prosegue nel proprio sviluppo. Il prossimo mercoledì è atteso il voto in parlamento, dopodiché sarà necessario interfacciarsi con l’Unione Europea per comprendere quale sarà l’effettivo livello di risorse che sarà possibile mettere in campo.

TI POTREBBE INTERESSARE: Coronavirus: Ryanair cancella o riprogramma ulteriori voli per l’Italia

I casi italiani di Convid-19 stimati a 7985 unità: oltre 400 i decessi

Secondo gli ultimi numeri diramati dalla protezione civile, gli italiani che sono risultati positivi al test del Coronavirus sono 7985, con 1598 persone che si sono aggiunte al saldo di ieri. Il bollettino del 9 marzo arriva durante l’ultima conferenza stampa della Protezione Civile, condotta dal Commissario Angelo Borrelli.

Rispetto al numero dei decessi, questi sono risultati 463,97 in più rispetto alla giornata di ieri. La protezione civile annuncia inoltre l’avvio di una nuova distribuzione di mascherine all’interno degli istituti penitenziari per circa 100mila unità, dove risultano pronte anche delle tende dedicate al pre-triage.

TI POTREBBE INTERESSARE: Lotteria degli scontrini, prima estrazione il prossimo 7 agosto 2020: ecco come si partecipa

La Lombardia dà il via libera a nuovi fondi per cassa integrazione e cassa in deroga

Nel frattempo in Lombardia si attivano nuove risorse per fare fronte all’impatto economico dell’emergenza sanitaria. Nel pomeriggio di oggi 9 marzo 2020 è stato dato il via libera tramite un accordo tra regione e sindacati all’attivazione della cassa integrazione e della cassa integrazione in deroga in favore delle imprese che operano all’interno della regione.

Il provvedimento prevede uno stanziamento di risorse pari a 135 milioni di euro e avrà un valore retroattivo. A confermarlo è il Presidente Attilio Fontana, dopo essere uscito dalla segreteria tecnica del patto per lo sviluppo. L’unità è stata istituita per fornire assistenza alle imprese nella gestione della crisi economica derivante dalla diffusione del Coronavirus all’interno della regione.