Autore: Giada Fiordaliso

Coronavirus

Coronavirus: ecco le regioni in cui le scuole sono chiuse

Coronavirus: ecco le regioni in cui le scuole sono chiuse

Coronavirus: in quali regioni le scuole rimangono chiuse? Si parla sempre più spesso del Coronavirus, conosciuto anche con la sigla “Covid-19”, che ha causato una vera e propria epidemia mondiale. Tale situazione ha causato anche ulteriori conseguenze, come ad esempio la decisione, da parte del Governo, di chiudere le scuole nelle regioni affette. Di seguito l’elenco completo con tutte le zone le cui scuole sono state chiuse, e soprattutto con l’indicazione del periodo relativo alla chiusura.

Scuole chiuse per Coronavirus: dove esattamente?

Il Coronavirus continua a creare contagi ma anche confusione, persino riguardo la chiusura delle scuole. Per ora quelle che dovranno rimanere chiuse fino al 1 marzo, salvo nuove disposizioni governative sono quelle presenti in Lombardia, Veneto, Piemonte ed Emilia Romagna. Queste sono le 4 regioni che presentano per ora il maggior numero di contagi in Italia. Le scuole però rimangono chiuse anche in Liguria, Friuli Venezia Giulia e Trentino Alto Adige, sempre fino al 1 marzo. Scuole nella stessa situazione anche nelle Marche, come anche alcune presenti in determinati comuni della Campania, come ad esempio Napoli. Stessa situazione presente a Palermo: il capoluogo siciliano ha stabilito proprio nelle ultime ore di chiudere ogni scuola.

Attenzione a non cadere nel tranello delle cosiddette “fake news”, che addirittura avevano riguardato la chiusura delle scuole in altre regioni, cosa per ora non vera. Le scuole del Lazio e delle altre regioni non contagiate, per ora rimangono assolutamente aperte. Particolare la situazione delle Marche, che aveva stabilito già giorni fa di chiudere le scuole, ma aveva ricevuto un rimprovero da parte del premier Conte.

Quest’ultimo aveva infatti ribadito l’importanza di lasciare le scuole aperte almeno nelle regioni che non hanno presentano una situazione di emergenza. Questa si è però presentata proprio oggi, con un caso di contagio anche nelle Marche, regione che ha deciso di chiudere poi le scuole, ignorando l’invito di Conte a fare dietrofront.

Le gite scolastiche, gli eventi e le Università

Bloccate tutte le iniziative riguardanti gite scolastiche oppure campi-scuola, nonché anche eventi e manifestazioni da svolgersi presso Università o scuole di ogni ordine e grado. Le Università presenti nelle regioni contagiate sono chiuse, proprio come le altre. Gli atenei però rimangono aperti nelle regioni non sottoposte a contagio. Ovviamente si attendono anche nuove disposizioni da parte del Governo, in merito.

Si sottolinea che nelle zone affette da Coronavirus, sono chiusi anche teatri, discoteche e qualsiasi luogo o attività pubblica. A Milano, è stato chiuso anche il Duomo. Non c’è motivo però di temere per il proprio andamento scolastico: dal Miur arrivano delle rassicurazioni, che sottolineano che gli studenti non perderanno l’anno scolastico.

Per ora addirittura sembrerebbe essere stata avanzata l’ipotesi di avviare un tipo di apprendimento da svolgersi in modalità telematica, ma è ancora presto per sottolineare che questa sia una decisione già presa. Per ora sono solo ipotesi, e si devono attendere aggiornamenti in merito. La chiusura delle scuole intanto è prevista fino al 1 marzo, ma si attendono ulteriori modifiche e conferme a riguardo.