Autore: B.A

23
Mar 2020

Coronavirus: Bollette luce e gas, come funziona in questo periodo

Si pagano o non si pagano le bollette in questo periodo di grave emergenza sanitaria ed economica?

Anche le bollette di luce elettrica e gas sono sospese oltre alle cartelle esattoriali? Una domanda che molti cittadini di pongono in questa delicatissima fase della storia dell’Italia. Sulla materia però non tutto è chiaro, per lo meno sulle bollette classiche di energia elettrica e gas. Infatti, Agenzia delle Entrate riscossione ha già provveduto a comunicare lo stop all’invio di nuovi atti per questi mesi di emergenza e lo slittamento per lo stesso periodo, delle scadenze delle rate di rottamazione, saldo e stralcio e dilazioni ordinarie. Per le bollette invece, tutto è fermo alle dichiarazioni del Premier Conte, che ha lasciato intendere che le bollette dell’energia sono sospese, senza però chiarire se a cosa vale su tutto il territorio nazionale o meno.

Niente bollette, ecco dove

L’emergenza sanitaria è senza dubbio quella che oggi è più importante, non fosse altro che per i numeri terribili che ogni giorno arrivano dalla sede della protezione civile italiana. Morti, ricoverati, terapia intensiva, contagiati sono sempre tanti, anche se c’è un sottile miglioramento rispetto a due giorni fa. Prima o poi passerà l’epidemia, c’è da scommettere, ma lascerà un’altra emergenza sul campo, quella economica, con famiglie, imprese e lavoratori che andranno sostenuti.

La voce sulla sospensione delle bollette su tutto il territorio nazionale non corrisponde a verità. Infatti il decreto Cura Italia non ha determinato alcuno stop alle bollette per tutto il territorio nazionale. Solo nei Comuni che furono dichiarati zona rossa ad inizio epidemia, le bollette sono sospese.

Nello specifico sono i Comuni di Bertonico, Casalpusterlengo, Castelgerundo, Castiglione D’Adda, Codogno, Fombio, Maleo, San Fiorano, Somaglia, Terranova dei Passerini e Vo’, cioè 10 Comuni , Lombardi ed uno Veneto. Niente bollette dunque, in questi 11 comuni e sarà così fino al 30 aprile. Lo stop riguarda le bollette emesse a partire dal via dell’emergenza e da emettere. Si tratta delle bollette di acqua, luce, gas e rifiuti. Inoltre, tutte le somme non pagate in questo periodo di stop, saranno obbligatoriamente rateizzare con le bollette successive.

Cosa succede se non si pagano le bollette?

Anche o consumi di questi beni primari sono congelati, nel senso che sono sospese, per questi comuni, anche le fatture relative ai consumi effettuati fino al 30 aprile. Per quanto riguarda invece i distacchi per morosità, l’Arera ha deciso di bloccare i distacchi per morosità, rinviandoli dal 10 marzo al 3 aprile ed ha ordinato alle aziende fornitrici dei servizi, di dare priorità alla continuità dei servizi pubblici essenziali. In altri termini, niente distacchi, almeno fino a quando non passerà l’emergenza. Per estendere a tutta la Nazione, i provvedimenti di sospensione del Lodigiano ed a Vo’ in Veneto, probabilmente bisognerà attendere altri provvedimenti del governo, perché sembra che si stia ragionando in questo senso.