Autore: Francesca Cavaleri

Banche

Conto corrente: tutte le novità del 2021

Dal primo gennaio 2021 cambiano le regole per i conti correnti «in rosso». Ecco tutte le novità previste dall’anno prossimo ed il nuovo standard di sicurezza dell’Eba.

Arrivano le nuove regole di sicurezza dell’Eba (European Banking Authority) e per il nuovo anno le cose potrebbero cambiare per molti correntisti. Infatti, molti risparmiatori potrebbero vedere il proprio conto corrente bloccato a causa di un mancato pagamento. In altre parole, basteranno 100 euro di inadempienza per finire nel registro nero delle banche. Ma vediamo nel dettaglio cosa accadrà tra pochi giorni.

Conti correnti: le nuove regole

A partire dal primo gennaio le banche saranno autorizzate a sospendere automaticamente i Rid, con conseguente sospensione del conto corrente, se non si pagano tre mensilità per un totale di 100 euro. Di conseguenza, non solo i risparmiatori saranno etichettati come «inadempienti», ma il loro conto verrà bloccato, senza ulteriori comunicazioni, in maniera automatica.

In una condizione di difficoltà economica, come quella attuale causata dal Covid-19, le nuove regole risultano quanto mai preoccupanti. Questo perché, potrebbero subirne le conseguenze le famiglie o le piccole imprese.

Non sarà più possibile accedere alle piccole forme di pagamento flessibile, forme di pagamento dilazionato che sono state molto usate in questi ultimi tempi. Ma scelte necessarie e spesso fatte dalle famiglie per poter pagare anche le piccole utenze o altri piccoli adempimenti.

Leggi anche: Scadenza carte di credito: cosa fare per rinnovarle?

Conti correnti: il nuovo sistema PSD2

Un’altra novità arriva dal sistema PSD2. Si tratta della nuova direttiva europea sui Servizi di Pagamento che ha l’obiettivo di rendere più conveniente e sicura la gestione del denaro e dei pagamenti in generale.

Il cambiamento riguarderà due aspetti importati. Da una parte gli utenti potranno accedere e gestire i propri conti attraverso il riconoscimento tramite dati biometrici. Dall’altra ci sarà la possibilità di effettuare transazioni economiche con un’autenticazione a doppio fattore.

Inoltre, si sistema di PSD2 per funzionare avrà bisogno di alcune cose davvero molto semplici e alla portata di tutti:

  • un semplice smartphone,
  • il riconoscimento biometrico,
  • una password scelta dall’utente.

La Direttiva dei Sistemi di Pagamento (PSD2, Direttiva EU 2015/2366[1]) è una direttiva europea che regolamenta i servizi di pagamento e i gestori dei servizi di pagamento all’interno dell’Unione europea. Pertanto, lo scopo è proprio quello di migliorare i servizi di open banking, ma anche assicurare protezione delle transazioni, sui conti correnti e sui conti deposito.

Altre novità previste da gennaio 2021

Attenzione anche ai pagamenti previsti con il denaro contante. Soprattutto le regole riguardano le sanzioni sui limiti di pagamento in contanti. Infatti, come già si sa, dal primo luglio non si può pagare più di 2 mila euro in banconote. Anche se questa soglia, da gennaio 2022, scenderà a mille euro. E qui arrivano le novità, perchè chi non seguirà tali regole, avrà multe da 2 mila euro fino a 50 mila per operazioni fino a 250 mila euro. Ed inoltre multe da 15 mila a 250 mila euro per cifre più alte. Pertanto, raccomandiamo massima attenzione.