Comeana, ucciso in strada: fermato un uomo, caccia al complice

Comeana, ucciso in strada: fermato un uomo, caccia al complice

Un 38enne è stato ucciso in strada ieri sera in provincia di Prato

Omicidio ieri pomeriggio intorno alle 17 a Comeana, nel comune di Carmignano in provincia di Prato. Un uomo di 38 anni è stato freddato a colpi di pistola all’esterno della sua abitazione ubicata in una strada senza uscita.

A quanto pare l’uomo è stato visto litigare animatamente con due persone prima dello sparo che l’ha colpito all’inguine. Testimoni hanno riferito di aver visto due uomini fuggire a piedi verso un automobile parcheggiata poco distante.

La vittima abitava da alcuni mese a Comeana. Dopo il ferimento sull’uscio di casa, ha chiesto immediatamente aiuto. Soccorso dai due fratelli è riuscito soltanto a dire "mi hanno sparato" prima di spirare poco dopo l’arrivo dei soccorsi.

Omicidio a Comeana: fermato un uomo

Le forze dell’ordine hanno lavorato tutta la notte alla ricerca di possibili testimoni della scena sentendo i numerosi vicini che si trovavano in quel momento in casa ed hanno udito almeno uno sparo, quello che ha colpito il 38enne all’inguine.

Possibile che sia spirato a causa dell’ingente perdita di sangue visto che il proiettile non aveva colpito organi vitali. Uno dei due uomini ricercati in fuga è stato fermato dai carabinieri. Si tratta di un cittadino fiorentino coetaneo della vittima. Rintracciato grazie alla targa dell’auto che era stata annotata da un testimone poco dopo il delitto.

Caccia al complice

Fermato dai carabinieri, l’uomo avrebbe scaricato tutta la responsabilità sull’altro ricercato, del quale ha fatto il nome agli investigatori e che tuttora è irreperibile.

Si tratterebbe sempre di un fiorentino già noto alle forze dell’ordine. Il fermato pare abbia riferito di non sapere che il complice fosse in possesso di un’arma. Ancora tutto da chiarire il movente dell’omicidio.

La vittima stando alle prime ricostruzioni si trovava in casa ieri pomeriggio quando i due killer si sono presentati alla porta. Prima c’è stato un litigio, poi i due uomini hanno estratto la pistola e hanno sparato a bruciapelo un colpo che lo ha preso all’inguine.

E’ arrivato nel giardinetto fronte casa chiedendo aiuto prima di cadere a terra in un lago di sangue. Il 118 aveva allertato anche l’elisoccorso che è arrivato nella zona di Carmignano quando ormai per lui non c’era più nulla da fare.