Autore: Liliana Terlizzi

Reddito di cittadinanza - Sicilia

Catania, percepisce il reddito di cittadinanza ma gioca online 129 mila euro di scommesse

Un uomo residente a Caltagirone (CT) risultava nullatenente e percettore di Reddito di Cittadinanza ma si è scoperto che dal 2015 al 2020 ha scommesso più di 120mila euro online.

Ciclicamente vengono fuori notizie di percettori di Reddito di Cittadinanza che sono tutt’altro che poveri.

Scommettitore con il Reddito

Dopo soggetti con case di lusso o automobili intestate, l’ultimo caso riguarda un uomo originario di Caltagirone, risultato essere un incallito scommettitore.

Negli ultimi cinque anni, infatti, l’uomo ha giocato più di 100.000 euro in scommesse sportive. Lo ha scoperto la Guardia di Finanza di Catania, che ha provveduto a denunciarlo.

La persona in questione risultava formalmente disoccupata e senza alcuna fonte di reddito. Per questo motivo, pochi mesi dopo l’introduzione ufficiale del Reddito di Cittadinanza, è diventato uno dei percettori del sussidio dopo averne fatto richiesta.

Peccato che solo dal 2015 al 2020, in qualche modo, sia riuscito a giocare esattamente 129.547 euro in scommesse sportive. I finanzieri hanno iniziato a studiare i volumi di ricariche del conto gioco a lui intestato paragonandoli alle dichiarazioni fiscali degli anni in cui l’uomo percepiva il Reddito di Cittadinanza.

Solo nel 2018, ad esempio, l’uomo aveva un reddito occulto di oltre 45.600 euro. Dopo una lunga serie di controlli, l’uomo è stato denunciato per frode fiscale. Rischia una reclusione fino a sei anni.

Le conseguenze

L’INPS e l’Agenzia delle Entrate dovranno rispettivamente recuperare le somme indebitamente percepite e le imposte sul maggior reddito accertato.

Nei commenti sul web ai post dei giornali locali qualcuno sostiene che il personaggio in questione possa essere un prestanome.

Qualcun altro scrive che un episodio del genere è l’ennesima dimostrazione che il RdC spesso venga dato a veri e propri truffatori, che in realtà non ne avrebbero bisogno. Altri, al contrario, dicono che la misura dei 5 Stelle è utile e che episodi isolati del genere non devono creare pregiudizi negativi.

I poveri, tristemente, sono destinati ad aumentare nei prossimi anni, perché gli effetti negativi della pandemia non sono solo sanitari. Una misura assistenziale, dunque, sarà necessaria, per migliaia di cittadini a rischio povertà assoluta.