Autore: B.A

Estate

3
Giu 2020

Bonus vacanze 500 euro, dall’Isee allo Spid, le regole

Piuttosto particolare la procedura scelta per il bonus che serve a dare rilancio al settore turistico.

Dare aiuto a persone e famiglie per le vacanze 2020 e dare una mano alle strutture turistiche a partire dalla stagione estiva 2020, sono questi gli obbiettivi che il governo vuole perseguire con il varo del cosiddetto bonus vacanze 2020. Uno strumento introdotto dal decreto Rilancio che sarà attivo dal 1° luglio al 31 dicembre 2020, questa è la «tax credit vacanze», come il «Sole 24 Ore» chiama la misura. In altri termini, lo strumento offre uno sconto a singoli e famiglie per andare in vacanza dal prossimo luglio, ma a determinate condizioni e soprattutto, con una procedura particolare. Vediamo come funziona.

Sia le famiglie che le strutture ricettive sono state pesantemente colpite dagli effetti economici del Covid-19. Persone che si sono visti ridurre o addirittura azzerare il reddito per la chiusura delle attività lavorative e strutture costrette a restare chiuse fino ad oggi, sono gli effetti del lockdown. Per questo il governo ha deciso di intervenire con questo bonus. Ma non sarà un bonus fruibile da tutti. Lo spiega bene il «Sole 24 Ore» con un suo articolo. Serviranno una applicazione, l’Isee e lo Spid.

App per smartphone per ricevere lo sconto

Per metà giugno dovrebbe essere lanciata la App per smartphone prevista per la misura. Infatti il Ministero dei Beni culturali e del Turismo sta mettendo a punto l’applicazione che consentirà ai possibili beneficiari del bonus di registrarsi e di ottenere il QR Code da utilizzare nelle strutture dove si sceglierà di soggiornare per le vacanze.

Bonus Vacanze 2020: Requisiti Isee

Per poter ottenere lo sconto sulle vacanze, serve un Isee in corso di validità. Il bonus infatti non sarà disponibile per tutti, ma solo per chi ha un Indicatore della situazione economica equivalente sotto i 40.000 euro. Per Isee in corso di validità si intende una certificazione valida con scadenza 31 dicembre 2020. Occorre ricordare che l’Isee scade al 31 dicembre di ogni anno e chi non ha ancora rinnovato tale documento, dovrà farlo per poter ottenere il benefit.

Come funziona il bonus vacanze 2020

Un’altra necessità utile ad ottenere il bonus è lo Spid, il sistema pubblico di identità digitale. Il soggetto interessato al bonus dovrà infatti, procurarsi una identità digitale. Il bonus vacanze sarà erogato in misura pari a 150 euro per i single, 300 per famiglie composte da due persone e 500 per i nuclei da tre componenti in su. L’80% del bonus assegnato sarà usato come sconto nelle strutture che aderiranno al prodotto, mentre il rimanente 20% sarà detraibile dall’Irpef nella dichiarazione dei redditi 2021.

Il bonus potrà essere utilizzato in unica soluzione e per una sola vacanza, perché non può essere richiesto due o più volte e non può essere diviso in più vacanze. Le strutture che aderiscono, tra alberghi, villaggi, B&B e così via, avranno il rimborso dello sconto effettuato ai clienti, sotto forma di credito di imposta, che potrà essere ceduto a terzi o alle banche.