Autore: Luigi Crescentini

Bonus vacanze 2020, Governo al lavoro: ecco come funziona

Nell’agenda del Governo per il decreto aprile anche il Bonus vacanze 2020, un sostegno economico per le famiglie con il reddito medio-basso: ecco come funzionerà e i possibili requisiti per richiederlo.

Si accende nuovamente il dibattito sul bonus vacanze. La proposta lanciata dal partito Italia Viva sta cominciando a prendere forma ed il Governo ha preso in considerazione l’idea di una misura di sostegno economico a favore delle famiglie meno abbienti in modo da poter dare loro la possibilità di trascorrere un periodo di riposo, durante la prossima estate.

Come ha sottolineato il ministro del Turismo e dei Beni Culturali Dario Franceschini, l’esecutivo ha chiesto un’estensione del credito d’imposta che riguarderà anche gli alberghi e le strutture ricreative, un importo che sarà calcolato in relazione alla perdita di fatturato di quest’anno, tenendo in considerazione quello dell’anno precedente. Il ministro ha, poi, spiegato che sono state richieste delle misure che possono prolungare la tutela dei lavoratori stagionali e dare liquidità alle aziende ma non solo, questa manovra sarà a sostegno delle famiglie con un reddito medio/basso. Si parlerà, appunto del bonus vacanza in Italia.

Bonus vacanze 2020, l’opinione del Codacons

«Abbiamo proposto un bonus di 500 euro per le famiglie destinato ad essere speso sulle vacanze nel territorio nazionale. Servirà non solo all’industria del turismo, un settore ormai in fase di recessione ma anche alle famiglie specie se hanno a carico dei minori.»: questa è stata la proposta lanciata da Italia Viva e condivisa anche dalla ministra per le pari opportunità e la famiglia, Elena Bonetti. L’associazione Codacons non ha esitato a prendere le sue posizioni, aprendo un dibattito: «Il bonus di 500 euro destinato alle famiglie da spendere per le vacanze potrà essere erogato qualora le agenzie di viaggio e i tour operator daranno un rimborso agli utenti per i viaggi annullati a causa dell’emergenza Covid-19. Gli operatori turistici violano i diritti dei consumatori, non restituendo quanto pagato ai cittadini che si sono ritrovati con voli e vacanze cancellati.»

Decreto di aprile e Bonus vacanze Italia 2020: come funzionerà e quali potrebbero essere i requisiti

Un bonus vacanza, dunque, da spendere per trascorrere le vacanze esclusivamente nel territorio italiano, che sarà riservato solo a chi è in possesso di determinati requisiti. Non verrà esclusa la possibilità di dare ai richiedenti una sorta di voucher da 300 a 500 euro sotto forma di detrazione fiscale da spendere per soggiornare presso strutture italiane ricettive. Un aiuto per il mondo del turismo, duramente colpito dall’emergenza Coronavirus, si calcola che allo Stato costerebbe una cifra intorno a 1,5 miliardi di euro.

Secondo alcune indiscrezioni, il bonus vacanza da 325 a 500 euro potrebbe essere incluso nel decreto di aprile 2020, decreto che verrà presentato lunedì al Consiglio dei Ministri e votato nei giorni a seguire da Camera e Senato. Il bonus vacanza inoltre, potrà essere richiesto da lavoratori dipendenti e da professionisti che dispongono di un reddito compreso tra 7.500 e 26.000 euro. Il bonus servirà per l’acquisto di pacchetti vacanza che prevedono un soggiorno minimo di 3 notti in strutture ricettive situate sul territorio nazionale. L’importo del bonus si aggirerà su una cifra da 100 fino a 350/500 euro (a seconda di quello che verrà deciso del governo) e dipenderà dal numero di componenti familiari.