Autore: Francesca Cavaleri

Ecoincentivi

Bonus bicicletta: al via le richieste

Previsto per oggi 3 novembre 2020, il click day, che permette di richiedere il bonus bicicletta. Online la piattaforma per ottenere il rimbrso previsto.

Da oggi martedì 3 novembre 2020, dalle ore 9, sarà online la piattaforma per ottenere il rimborso della spesa sostenuta per l’acquisto della bicicletta. Prodotti già acquistati a partire dal 4 maggio. Ma anche chi non ha ancora sostenuto la spesa, potrà accedere per richiedere il voucher. Vediamo di capire meglio, come funziona il bonus bicicletta ed in cosa consiste.

Bonus bicicletta: la piattaforma del Click day

La piattaforma per il click day sarà disponibile sul sito buonomobilita.it. La procedura prevede di attivare l’identità Spid con cui accedere alla piattaforma. Va inoltre, scannerizzato il documento di acquisto in cui si evidenzia la spesa sostenuta e l’esercente che in cui si è affettuato l’acquisto. Vanno bene sia gli scontrini, le fatture, anche se acquisti fatti online. Fondamentale, è indicare le proprie coordinate bancarie per il rimborso.

E’ bene specificare che l’identità Spid sarà necessaria anche per coloro che non hanno ancora effettuato l’acquisto. Per i cittadini, che hanno intenzione di farlo, possono richiedere il voucher da spendere entro il 31 dicembre. In merito a questo, è bene precisare che non tutti i rivenditori sembrano intenzionati ad accettarlo. In questa seconda «edizione del buono» l’adesione è volontaria per i dettaglianti, quindi potranno scegliere diversamente.

Bonus bicicletta: come funziona?

Il bonus copre il 60% dell’acquisto fino a un massimo di cinquecento euro per i cittadini residenti in Comuni con oltre cinquanta mila abitanti. Il buono mobilità può essere richiesto una sola volta e per l’acquisto di un solo bene o servizio tra quelli di seguito elencati::

  • biciclette nuove o usate, sia tradizionali che a pedalata assistita;
  • handbike nuove o usate;
  • veicoli nuovi o usati per la mobilità personale a propulsione prevalentemente elettrica, di cui all’articolo 33- bis del DL 162/2019, convertito con modificazioni dalla legge 8/2020 (es. monopattini, hoverboard, segway);
  • servizi di mobilità condivisa a uso individuale esclusi quelli mediante autovetture.

La bicicletta a pedalata assistita è una bicicletta con un motore elettrico che agevola la pedalata rendendo più facile procedere anche in salita.

Bonus bicicletta: le due modali

Il bonus bicicletta o comunque mobilità, in generale, prevede due iter differenti:

  1. Chi ha già acquistato una bici a partire dal 4 maggio per ottenere il rimborso del 60% deve comunque registrarsi alla app, inserendo lo scontrino oppure la fattura che testimoni l’acquisto;
  2. Chi vuole acquistare una nuova bicicletta sfruttando il buono deve registrarsi alla piattaforma del ministero (buonomobilita.it), fornendo i propri dati. A registrazione avvenuta, si riceverà un bonus da spendere entro 30 giorni dall’erogazione;

Quindi c’è ancora tempo per richiedere il voucher. Attenzione però, occorre essere veloci a caricare la propria richiesta. Le pratiche verranno esitate per ricezione, da parte del ministero, e non per data di acquisto.

Bonus bicicletta: cosa fare in caso di malfunzionamento?

Per qualsiasi problema o malfunzionamento, si può chiamare il centralino del Ministero al numero 06.57221 o quello dell’Urp al numero 06.57225722. Oppure mandare una mail all’indirizzo: urp@minambiente.it. Tuttavia, Il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare controllerà e valuterà le domande pervenute e vigila sul corretto utilizzo del buono mobilità.