Bonus Governo Draghi: ecco quali sono gli aiuti in arrivo con il Decreto Sostegno

Bonus Governo Draghi: ecco quali sono gli aiuti in arrivo con il Decreto Sostegno

Decreto Sostegno 2021: in arrivo nuovi aiuti economici per le famiglie e per le attività maggiormente colpite dalla pandemia.

In arrivo nuovi aiuti per l’economia e per dare sostegno alle famiglie italiane. Si tratta di una serie di misure inserite all’interno del testo del nuovo decreto Sostegno: un provvedimento che prevede una spesa di circa 32 miliardi di extradeficit.

Dopo il decreto Ristori 5, rimasto in sospeso a causa della crisi di governo, il nuovo esecutivo guidato da Mario Draghi doveva inevitabilmente provvedere ad attuare un piano per contrastare i disagi a livello economico e finanziario causati dall’emergenza Covid, in attesa che venga distribuita una quantità di vaccini sufficiente a garantire la riapertura di tutte le attività e di conseguenza a far ripartire l’economia.

Proprio ieri, a Palazzo Chigi, si è svolta una riunione di governo in cui hanno partecipato i nuovi ministri dell’economia Daniele Franco; dello sviluppo economico Giancarlo Giorgetti e il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Roberto Garofoli, per discutere sui ristori da dedicare alle diverse categorie di attività particolarmente colpite dalle restrizioni.

Dl Sostegno: ecco quali misure potrebbero essere contenute nel nuovo decreto

Come viene riportato anche da “Skytg24”, i temi principali che verranno affrontati e che saranno presenti all’interno del nuovo decreto Sostegno sono gli aiuti per le imprese, gli ammortizzatori, la cassa integrazione, gli enti territoriali in difficoltà e i vaccini. Il decreto partirà dalle proposte della maggioranza, come ad esempio, la cancellazione dei codici Ateco.

Secondo quanto si è discusso, non è esclusa la possibilità che vengano effettuati dei confronti e dei calcoli a livello annuale e non più mensile; inoltre, potrebbe anche essere preso in considerazione il calo del fatturato. Secondo alcune indiscrezioni che stanno circolando, si dovrebbe discutere anche delle misure che verranno applicate ai lavoratori con partita Iva e ai lavoratori professionisti in modo da poter assicurare loro un sostegno adeguato e tempestivo.

Non saranno certamente esclusi gli aiuti per le famiglie: il ministro del Lavoro ha esplicitamente chiesto di inserire nel provvedimento il pacchetto congedi parentali, come già aveva precedentemente fatto l’ex ministra Catalfo. Potrebbero poi essere inclusi il bonus babysitter (con oltre 1,3 milioni di domande nello scorso anno) e i congedi parentali straordinari retribuiti al 50% (meno utilizzati a causa del dimezzamento dello stipendio).

«Nel decreto sostegno che il governo varerà in una settimana o dieci giorni ci saranno congedi retroattivi, da gennaio in avanti, e anche risorse per la didattica a distanza. Le risorse ci sono, il problema è spenderle» ha dichiarato la ministra per gli Affari Regionali, MariaStella Gelmini durante la conferenza stampa a Palazzo Chigi.

Verranno anche trattati gli argomenti riguardanti il pacchetto fiscale, che, comunque, deve essere ancora definito nei dettagli: a quanto pare, potrebbe arrivare un ulteriore rinvio per le scadenze relative alle rate della rottamazione e del saldo e stralcio.

Attualmente, gli organi dell’esecutivo sono impegnati a studiare i vari interventi da attuare per risollevare l’economia italiana; tuttavia, bisogna anche considerare che, insieme al tema vaccini, la diffusione delle nuove varianti potrebbe portare nuovamente alla chiusura e al blocco di molte attività, rischiando di compromettere la ripartenza.