Autore: B.A

Bollo auto

Bollo auto, nuove scadenze per il coronavirus, slittano i pagamenti in molte Regioni

L’emergenza epidemiologica ha prodotto lo slittamento delle scadenza bollo auto per milioni di cittadini, ecco cosa è successo.

Le scadenze di pagamento del bollo auto, che resta una delle tasse più odiate dagli italiani, sono state condizionate dall’emergenza coronavirus. La crisi economica relativa alla grave emergenza epidemiologica del Covid-19 fa slittare le date di scadenza della tassa automobilistica che di fatto sono state modificate da diverse Regioni dello stivale. Vediamo nel dettaglio cosa devono conoscere i contribuenti e cosa è cambiato per il bollo auto.

Date stravolte per la scadenza bollo auto

Oltre che le abitudini e gli stili di vita, il coronavirus, con la sua emergenza sanitaria ed economica, ha cambiato anche il calendario fiscale. Molte le tasse e le scadenza che sono state posticipate a causa del virus. Anche il bollo auto non fa eccezione, con molte Regioni che hanno già deliberato producendo non poche novità, a partire proprio dalla data di scadenza del balzello che grava su tutti i possessori di veicoli a motore che circolano sulle nostre strade.

Tra deroghe e proroghe, i contribuenti chiamati a pagare il bollo auto, avranno un calendario, per alcuni aspetti, tutto nuovo. Oltre al bollo cambiano le date di copertura delle assicurazioni, le date per il rinnovo della patente, quello per gli esami di scuola guida ed anche quello sulla revisione dei veicoli.

Se per quanto concerne tutti questi adempimenti, si può fare riferimento ad una normativa generalizzata a livello statale, per il bollo auto, dove c’è una certa autonomia su base regionale occorre verificare le scelte che ogni governatore ed ogni regione, hanno preso autonomamente. In parole povere, da regione a Regione sono cambiate le date di scadenza del bollo auto.

Le nuove date di scadenza bollo auto

In Abruzzo i contribuenti il cui bollo va in scadenza tra l’8 marzo e il 31 maggio 2020, hanno la facoltà di pagarlo, senza sanzioni e interessi, entro la fine del mese di luglio. In Campania la scadenza slitta al 30 giungo per chi ha il bollo auto in scadenza tra il 24 marzo e il 31 maggio 2020.

L’Emilia Romagna ha deliberato che per i contribuenti il cui bollo è scaduto tra il 1° marzo 2020 ed il 30 aprile 2020, cioè nei due mesi di lockdown, la scadenza è posticipata, sempre senza sanzioni e interessi, al 30 giugno prossimo.

La Regione Lazio invece, [si può rinnovare il bollo scaduto a marzo, aprile e maggio, entro il 30 giugno e stessa proroga con lo stesso arco temporale per i residenti nella Regione Lombardia. Nelle Marche si può pagare la tassa automobilistica fino al 31 luglio se scade tra l’8 marzo e il 31 maggio, mentre in Piemonte e in Toscana il termine slitta al 30 giugno per le scadenze comprese tra il 1 marzo e il 31 maggio.

Più lunga la scadenza concessa ai siciliani. Infatti nella Regione Sicilia si avrà tempo fino al 30 novembre per pagare i bolli scaduti o in scadenza tra l’8 marzo e il 31 ottobre. Infine anche il Veneto ha adottato una proroga fino al 30 giugno per chi ha il bollo in scadenza tra l’8 marzo e il 31 maggio.