Autore: Luca Macaluso

Salute - Benessere

14
Feb

Bere una camomilla prima di dormire: ecco cosa succede

Tutto ciò che accade quando si beve la camomilla di sera.

La camomilla è una pianta dai fiori profumati e dalle spiccate proprietà sedative e rilassanti. Inoltre ha proprietà calmanti anche sull’apparato digerente ed infatti viene spesso consigliato per calmare i crampi alla stomaco e la flatulenza oltre che i dolori mestruali nei primi giorni di ciclo.

Tuttavia, la maggior parte delle persone, bevono la camomilla prima di dormire per poter favorire il sonno. Si tratta, però, davvero di un’abitudine sana oppure a lungo andare potrebbe dare dei problemi? Vediamo tutto ciò che accade assumendo la camomilla tutte le sere con i prossimi paragrafi.

TI POTREBBE INTERESSARE: Cosa succede a chi mangia prezzemolo crudo? Attenzione, ecco la risposta

I benefici della camomilla

La parte della camomilla che viene solitamente utilizzata per produrre gli infusi che poi vanno sciolti in acqua è il fiore. Alcuni studi hanno dimostrato che la camomilla è effettivamente sedativa anche se in valori molto bassi. Inoltre è perfetta per lenire i crampi allo stomaco e favorisce l’eliminazione dei fastidiosissimi gas intestinali.

La camomilla, poi, è anche antibatterica per cui aiuta il sistema immunitario ad essere più forte e previene i tipici malanni di stagione come il raffreddore, la tosse ed il mal di gola. Come se non bastasse, la si può utilizzare anche come medicamento topico in caso di scottature o arrossamenti e persino per ridurre le occhiaie sotto gli occhi con impacchi freddi.

TI POTREBBE INTERESSARE: Quanta acqua bere per la ritenzione idrica? Ecco cosa dice l’esperto

La camomilla favorisce il sonno, ma attenzione ai tempi di infusione

La proprietà principale della camomilla, come detto, è quella rilassante e sedativa. Proprio grazie a queste proprietà, i fiori di questa pianta sono perfetti per favorire l’addormentamento ed avere così un sonno realmente ristoratore. L’abitudine di bere la camomilla prima di andare a letto, è dunque, una sana abitudine, ma ciò a cui bisogna fare attenzione è la modalità di preparazione dell’infuso.

Quando si prepara una camomilla, bisogna far bollire l’acqua e poi immergere la bustina in essa e non fare il contrario. Inoltre si deve fare molta attenzione ai tempi di infusione, la camomilla deve rimanere infusa per circa 2-3 minuti. Se si supera questa tempistica, la camomilla rilascerà delle sostanze eccitanti per cui si rischierà di avere l’effetto contrario. Altro aspetto molto importante, è la scelta della materia prima che deve essere assolutamente di qualità.

TI POTREBBE INTERESSARE: Cosa succede a chi mangia troppo ananas? Ecco la risposta

Se si vuole davvero beneficiare delle proprietà rilassanti della camomilla, è consigliabile acquistarla sfusa in erboristeria, in quanto in questo modo, sarà possibile controllare la qualità del prodotto ed essere sicuri che ci siano soltanto i fiori, cosa che non si può fare con la camomilla industriale. In definitiva, bere la camomilla prima di dormire fa davvero rilassare, ma soltanto se la si prepara nel modo giusto.