Autore: Luca Macaluso

Alimentazione - Benessere

31
Gen 2020

Bere camomilla prima di dormire fa bene o fa male? Ecco la verità

Quali sono gli effetti che produce sull’organismo la camomilla bevuta prima di andare a dormire? Ecco tutto quello che c’è da sapere.

La camomilla bevuta prima di andare a letto risulta essere una abitudine comune a molti italiani. Infatti sembra che il bere la camomilla prima di coricarsi, produca un effetto rilassante che aiuta a prendere sonno ed a riposare meglio. Gli esperti però, oltre a questi favorevoli effetti sul sonno e sul riposo, hanno dimostrato che la camomilla ha tanti altri effetti benefici sul nostro organismo.

Si tratta di un prodotto che anche il pediatra consiglia ai genitori dei neonati, quando questi hanno crampi allo stomaco. Evidente che la camomilla ha un effetto rilassante anche sull’apparato digerente. Vediamo nel dettaglio tutti i benefici che la camomilla apporta e se, come pensa qualcuno fa male alla salute.

TI POTREBBE INTERESSARE: La maionese fa male: ecco cosa contiene, attenzione

I benefici del bere camomilla

Della pianta di camomilla generalmente si usano i fiori che vengono essiccati e inseriti negli infusi da sciogliere in acqua calda. Della camomilla per esempio, sono stati riscontrati effetti sedativi, anche se di minimo valore. La camomilla è un tipico rimedio “della nonna” ed è entrata di prepotenza anche nel linguaggio comune, quando per esempio si dice ad una persona nervosa, “fatti una camomilla”, proprio rimarcandone gli effetti calmanti e rilassanti.

Di conseguenza, bere la camomilla prima di coricarsi ha senza dubbio il benefico effetto del rilassamento. Ma gli effetti positivi sono molteplici. Oltre ad agevolare il sonno, la camomilla è perfetta per crampi allo stomaco e disturbi gastrointestinali. La sua funzione digestiva è ormai conclamata, così come la sua funzione lenitiva.

TI POTREBBE INTERESSARE: Mangi il cornetto a colazione? Ecco cosa succede al nostro corpo

La camomilla, grazie al suo effetto sedativo, rilassa i muscoli. Oltre che consigliabile anche per i bambini e per i loro crampetti, la camomilla è consigliata anche alle donne per ridurre i dolori dei primi giorni del ciclo mestruale.

La camomilla è anche un ottimo antibatterico

L’uso della camomilla aiuta anche il sistema immunitario, perché ha doti da antibatterico. Inoltre, ha effetti calmanti anche sulle emicranie ed è un antinfiammatorio naturale, utilizzabile per contrastare e prevenire raffreddori e influenze. In questi casi la camomilla è spesso assunta con il miele, anche esso potente prodotto contro i malesseri da stato influenzale. In base ai pareri dei nutrizionisti, non è nemmeno vero che la camomilla fa ingrassare.

TI POTREBBE INTERESSARE: Il limone con il miele fa bene? Incredibile, ecco i benefici

In questo caso, gli unici disturbi che possono essere derivanti da un consumo di camomilla è quello relativo allo zucchero che comunemente le persone mescolano nella tisana a base di questo benefico fiore. L’aumento del colesterolo o l’aumento di peso derivante dall’uso della camomilla non deriva da essa, ma piuttosto dal modo in cui la si prepara e la si consuma.