Autore: Luca Macaluso

Alimentazione - Benessere - Sonno

24
Gen 2020

Bere caffè di sera fa bene? Ecco cosa può accadere

Fa bene o male bere il caffè nelle ore serali? ecco la risposta

Bere il caffè anche di sera è il sogno di tutti coloro che amano questa bevanda, ma il suo consumo nelle ore serali, purtroppo, non è assolutamente consigliabile. A dirlo è la medicina. La conferma è arrivata dal Canada dove è stato condotto uno studio pubblicato dalla rivista Sleep Medicine secondo il quale l’abitudine di bere il caffè di sera addirittura è in grado di modificare il nostro orologio biologico.

Questa destabilizzazione provoca difficoltà nel dormire anche nelle notti successive all’assunzione di caffè. Nello specifico, la caffeina ha addirittura lo stesso effetto della luce e il suo consumo la sera fa saltare il ritmo dell’orologio biologico provocando un ritardo dell’arrivo del sonno di circa 40 minuti. Il caffè, inoltre, ha la capacità di bloccare nelle cellule i recettori dell’ormone adenosina, che normalmente promuove il sonno.

TI POTREBBE INTERESSARE: Bere caffè amaro fa dimagrire? Ecco la verità che nessuno sapeva

L’insonnia può essere provocata dal consumo di caffè?

Bere caffè di sera, dunque, interferendo con il regolare funzionamento del nostro orologio biologico, determina un sonno disturbato e poco ristoratore anche per chi sostiene di consumare questa bevanda senza accusare fastidi. Tuttavia, se per riposare bene occorre necessariamente evitare il consumo di caffeina nelle ore serali, il caffè non provoca affatto l’insonnia.

Tale disturbo, di cui attualmente soffrono ben tre italiani su dieci, infatti, è la diretta conseguenza di stress, assunzione di determinati medicinali, stati ansiosi, patologie quali la depressione, ma non del caffè che, fino a tre tazzine distribuite nell’arco della giornata, non provoca insonnia.

Tuttavia, se si supera tale soglia il sonno può diventare agitato e difficoltoso. L’insonnia, pertanto, è un vero e proprio disturbo caratterizzato dalla difficoltà di addormentarsi o di mantenere un sonno costante durante la notte e che necessita di assistenza e cure specifiche, ma la medicina ha escluso senza riserve che possa essere determinata del caffè.

TI POTREBBE INTERESSARE: Succo di limone al mattino: ecco cosa succede al nostro corpo

La caffeina può provocare dipendenza? Ecco cosa afferma la medicina

La ricerca sul consumo di caffè ha fornito le risposte anche a un importante interrogativo, ossia se la caffeina possa produrre dipendenza. Ebbene, la medicina ha affermato con certezza che il consumo di caffè non provoca alcuna dipendenza.

Dunque, questa bevanda molto spesso demonizzata, ma molto amata in tutto il mondo, può tranquillamente essere assunta durante la giornata, soprattutto per concedersi una rigenerante “pausa caffè” proprio mentre si stanno svolgendo attività che richiedono attenzione e impegno, fino a un massimo di tre tazzine in totale e mai in prossimità di coricarsi.

Le conseguenze dell’assunzione di caffè la sera sono, in definitiva, sonno alterato e poco benefico. Piuttosto, la medicina raccomanda di sorseggiare una tisana rilassante prima di andare a letto, abolendo del tutto il caffè. Le bevande da privilegiare per conciliare il sonno sono quelle a base di orzo, camomilla e malva, rimandando l’appuntamento con la tazzina di caffè alla mattina successiva per fare il pieno di energie per affrontare gli impegni della giornata.

TI POTREBBE INTERESSARE:Smettere di bere caffè: ecco cosa succede al nostro corpo. Incredibile!