Autore: Antonio Murante

Back to school 2020, il ritorno a scuola,date, tempi e modi per il nuovo anno scolastico

Ritorno a scuola, le linee guida del Ministero dell’Istruzione dell’Università e Ricerca. Le date e le norme da applicare al rientro del nuovo Anno Scolastico 2020\2021

Il Ministero della Pubblica Istruzione ha emesso le date di inizio del nuovo anno scolastico e del primo giorno di scuola che varierà da regione a regione.

Quando inizia la scuola a settembre?

Il MIUR ipotizza la data unica del 14 settembre ma saranno le singole regioni a decidere se aggregarsi o meno a questa data, che influirà poi sulla data della fine dell’anno scolastico.

Ogni regione, infatti, stabilisce anche le date delle vacanze scolastiche ( Natale, Pasqua e di Carnevale) e degli eventuali ponti, in base alle Festività nazionali:

  • domenica 1 novembre 2020: Tutti i Santi;
  • martedì 8 dicembre 2020: Immacolata Concezione,
  • venerdì 25 dicembre 2020: Natale;
  • sabato 26 dicembre 2020: Santo Stefano;
  • venerdì 1 gennaio 2021: Capodanno;
  • mercoledì 6 gennaio 2021: Epifania;
  • domenica 4 aprile 2021: Pasqua
  • lunedì 5 aprile 2021: Lunedì dell’Angelo;
  • domenica 25 aprile 2021: Festa della Liberazione;
  • sabato 1 maggio 2021: Festa del Lavoro;
  • mercoledì 2 giugno 2021: Festa nazionale della Repubblica.

Le linee Guida emanate dal MIUR per quanto riguarda il rientro a scuola e le misure cautelative da applicare possono essere comunque soggette a variazioni a discrezione delle singole strutture, apportando alle linee di base tutte le variazioni che riterranno opportune per un rientro sicuro rispettando le ancora normi vigenti in riguardo del distanziamento e dell’assembramento.

Infatti le singole strutture potranno, in funzione della loro autonomia scolastica, suddividere le classi in più gruppi applicando una frequenza scolastica a turni differenziati. Potranno altresì alternare didattica in presenza a didattica a distanza, estendendo la didattica al sabato.

Per quanto riguarda gli spazi si dovranno gestire percorsi sia in entrata che in uscita per garantire la distanza (1 metro) tra gli studenti ed evitare il rischio di assembramento.

Ovviamente, sia in entrata che in uscita dalla scuola, sarà necessario sempre indossare la mascherina, così come nei corridoi e nelle zone di passaggio e potrà essere rilevata la temperatura sia a docenti che a studenti impedendo l’ingresso a tutti coloro a cui verrà rilevata una temperatura superiore ai 37,5 °.

Per quanto riguarda lo spazio nelle aule, si dovrà garantire uno spazio individuale di due metri quadrati, compreso lo spazio occupato dal banco.