Autore: Luca Macaluso

Alimentazione - Benessere

26
Gen

Attenzione a bere l’amaro dopo cena: ecco cosa accade

Ecco cosa può accadere bevendo un bicchiere di amaro dopo cena.

Bere l’amaro dopo cena è un’usanza tutta italiana, soprattutto in seguito ad un pasto molto abbondante. Il bicchierino d’amaro viene bevuto con l’obiettivo di digerire meglio tanto è vero che spesso viene chiamato anche digestivo.

I digestivi più comuni sono quelli alle erbe, tramandanti fino ai nostri giorni grazie alle antiche ricette di frati e monaci che si dedicavano alla produzione di questi prodotti. Il digestivo a fine pasto, però, aiuta davvero a digerire oppure si tratta di una falsa credenza? Nei prossimi paragrafi cercheremo di dare una risposta definitiva a questa domanda.

TI POTREBBE INTERESSARE: Attenzione all’aceto, gli esperti dicono che è meglio evitarlo: ecco perchè

Bere amaro a fine pasto aiuta davvero a digerire?

Come detto, bere amaro al termine di un pasto molto abbondante è un’usanza molto diffusa, in quanto, si crede che l’amaro possa aiutare a digerire meglio. Questa credenza ha un fondo di verità oppure no? Ebbene, in realtà, gli amari non solo non facilitano i processi digestivi, ma finiscono addirittura per avere un effetto contrario. Spesso, i «digestivi» peggiorano la digestione a causa dell’elevata gradazione alcolica.

Bere l’amaro dopo cena può causare diversi problemi

La maggior parte degli amari conosciuti come digestivi vengono prodotti con erbe dalle spiccate proprietà digestive. Da qui la credenza che aiutino effettivamente a digerire meglio. In realtà, poiché le erbe utilizzate vengono messe a macerare nell’alcol per un certo periodo di tempo, le loro proprietà digestive vengono in parte annullate. Quando si sorseggia un amaro, le papille gustative vengono stimolate e si ha un’abbondante produzione di saliva che da l’illusione di digerire meglio.

TI POTREBBE INTERESSARE: Bere caffè alza il colesterolo? Attenzione, ecco cosa dice l’esperto

Non è però così, in quanto l’elevata gradazione alcolica ha esattamente l’effetto contrario. I liquori, infatti, avendo un tasso alcolico di 35°, irritano le pareti dello stomaco e rallentano lo svuotamento dello stesso. Bere un amaro dopo cena, dunque, non solo non è di nessuno aiuto, ma può causare addirittura diversi problemi e non solo di tipo digestivo. L’elevato tasso alcolico di questi liquori creano problemi anche al fegato che si ritroverà a lavorare il doppio del normale.

Sostituire l’amaro con tisane calde ed evitare la frutta a fine pasto

Come fare, dunque, per digerire meglio un pasto abbondante ovviando alle problematiche dovute all’assunzione di alcol? Per digerire meglio, basterà evitare di mangiare la frutta a fine pasto, visto che aumenta la fermentazione nell’intestino. Inoltre sarebbe meglio condire i piatti con curcuma e pepe nero, due spezie dalle spiccate proprietà digestive. Infine, l’ideale sarebbe sostituire l’amaro con delle tisane o bevande calde a base di erbe digestive come i semi di finocchio, la salvia e tante altre.

TI POTREBBE INTERESSARE: Formaggio: amico o nemico della glicemia? Incredibile, ecco la risposta