Autore: B.A

Rc Auto - Assicurazione auto

Assicurazione RCA, nuovo decreto introduce novità, via al contratto base

Da anni se ne parlava, e finalmente il decreto del Ministero dello Sviluppo Economico ha introdotto trasparenza in materia di polizze RCA.

Novità in materia assicurazione auto è quella che è stata introdotta da un decreto del Ministero dello Sviluppo Economico. Il decreto era atteso da tempo perché si tratta di un intervento normativo volto a consentire ai contraenti le polizze, cioè i contribuenti che per legge e per poter circolare con la propria vettura, devono obbligatoriamente possedere una polizza RCA, di confrontare i prezzi del mercato alla ricerca della convenienza a parità di condizioni. Il decreto introduce nel sistema, il contratto base, una autentica rivoluzione in materia. Vediamo di cosa si tratta e cosa davvero cambia per i consumatori.

RCA, novità contratto base, cos’è?

Arriva il contratto base in materia assicurazione Responsabilità Civile per auto, moto, ciclomotori e così via. Questo è ciò che il decreto del Mise introduce. Da adesso, grazie all’introduzione di questa novità (in vigore da gennaio, ma si partirà con una sperimentazione a breve), i consumatori potranno comparare il costo dei premi e verificare quale sia la polizza più conveniente.

Come anticipato in premessa, il decreto era atteso da anni, perché il settore necessitava di una maggiore trasparenza. Il contratto base risponde proprio a questa esigenza, perché i contraenti delle polizze adesso potranno comparare il costo dei premi e verificando quale sia la polizza base più conveniente a parità di condizioni.

Gli automobilisti che vanno a sottoscrivere un contratto di assicurazione con la loro compagnia, adesso potranno verificare la reale applicazione degli eventuali sconti offerti dal loro agente di fiducia. L’avvio del contratto base è previsto per il gennaio 2021, ma come segnalato sopra, si partirà con una sperimentazione.

TI POTREBBE INTERESSARE: Assicurazione RCA, le nuove regole in vigore dal 2 luglio, cosa cambia

Obblighi delle compagnie con il contratto base

La copertura Responsabilità Civile Auto è obbligatoria, ed è l’unico obbligo assicurativo che un possessore di veicoli a motore che circolano sulle strade italiane deve detenere. Il nuovo contratto base, sarà un contratto che le compagnie assicurative dovranno obbligatoriamente proporre al loro cliente. In pratica, le compagnie devono proporre al loro cliente l’importo minimo della polizza RCA, nuda e neutra di altre garanzie.

In pratica, sarà obbligatorio da parte delle compagnie, proporre la loro polizza RCA obbligatoria, con il premio che riguarderà solo la tariffa della assicurazione obbligatoria. Oltre a venire esposto in maniera esplicita il contenuto minimo per l’obbligo di assicurazione, il contratto base deve contenere l’oggetto del contratto, la necessità di comunicare all’assicurazione le condizioni di aggravamento del rischio assicurativo, l’estensione territoriale della polizza, la sua durata, l’attestazione dello stato di rischio, le modalità di denuncia di un eventuale sinistro, ma anche le condizioni di applicazione del meccanismo Bonus-Malus.

Altra novità proveniente dal decreto riguarda il caso di danni alle auto. Con il contratto base il consumatore avrà il diritto di scegliere da chi farsi riparare il veicolo in caso di sinistro. Con il decreto si cancella la penale che molte compagnie assicuratrici applicavano in tipologie di situazioni simili.