Autore: Martina Bianchi

Bonus figli

Assegno universale per figli fino a 26 anni da 240 a 80 euro

Un assegno universale per i figli fino al compimento dei 26 anni potrebbe entrare in vigore a partire dal 2021 con importi da 240 a 80 euro.

L’Assegno Universale per i figli (o per la famiglia) dovrebbe entrare in vigore nel 2021. La misura è stata pensata per sostituire tutti gli strumenti a sostegno della famiglia attualmente in vigore e dovrebbe essere erogato fino al compimento dei 26 anni dei figli. Vediamo di cosa si tratta e a chi spetterebbe.

Assegno universale figli

Si tratta di una misura a lungo termine prevista dalla legge di Bilancio 2020 che prevede l’introduzione dell’assegno universale per la famiglia a partire dal 2021.

Per l’erogazione dell’assegno in questione sarebbero stanziate le risorse che attualmente servono ad alimentare le misure esistenti come, ad esempio, il bonus bebè, l’assegno al nucleo familiare, le detrazioni per i figli e familiari a carico e molti altri trattamenti che nel tempo si sono stratificati.

Quanto spetterebbe? Si era parlato, inizialmente di 240 euro per ogni figlio fino al compimento dei 18 anni, la cifra, poi, scenderebbe a 80 euro per i figli con età compresa tra 18 e 26 anni.

Ovviamente si tratta di ipotesi e quanto scritto sopra sulle cifre che potrebbero essere erogate sono in via del tutto indicativa.

Oltre a questo è previsto che per i figli fino al compimento dei 3 anni sia prevista una dote unica di 400 euro al mese che andrebbe ad assorbire i vari bonus baby sitter e bonus asilo nido. Per i figli a carico con età compresa tra i 3 ed i 14 anni, invece, la dote mensile sarebbe ridotta.

Al momento non ci sono modalità di attuazione della misura in questione ma a quanto sembra l’assegno universale spetterebbe per 12 mensilità e salirebbe del 20% in presenza di un secondo figlio.

L’importo dell’assegno universale per i figli, in ogni caso, sarebbe calcolato in base all’Isee del nucleo familiare ma le scale di erogazione sono tutte ancora da definire.

Assegno universale: una rivoluzione

Sicuramente quando l’assegno universale per i figli sarà introdotto si verificherà una vera e propria rivoluzione in ambito di agevolazioni a sostegno della genitorialità. Una sola misura per accorpare tutte quelle fino ad ora esistenti con anche un potenziamento delle cifre spettanti che in qualche modo dovrebbe favorire la genitorialità. La platea dei beneficiari dell’assegno unico sarebbe ben più vasta di quella dei genitori che attualmente percepiscono misure di sostegno al reddito della famiglia.

Si pensi solo che l’assegno al nucleo familiare, tranne rati casi, è erogato fino al compimento dei 18 anni di figli, con l’introduzione della nuova misura si estenderebbe, anche se in misura ridotta, fino al compimento dei 26 anni.

Per sapere di altri bonus leggi anche: Bonus 100 euro da luglio in Busta paga al posto del bonus Renzi, ecco a chi spetta