Autore: Francesca Cavaleri

Tassazione - Agevolazioni fiscali

Affittare casa: quali sono i documenti necessari?

Quando si decide di affittare una casa, si fa l’errore di cominciare subito la ricerca di un inquilino che soddisfi le credenziali richieste. Ma prima di fare ciò, è consigliabile verificare che l’immobile abbia tutta la documentazione in regola per procedere.

Per la locazione di un immobile, ad uso abitativo, occorre redigere un contratto di locazione. Il contratto rappresenta tutti gli accordi che sono stati presi dalle parti, nel rispetto della normativa di legge. Per questo motivo, si consiglia di rivolgersi sempre ad un professionista del settore. Non improvvisarsi, perché la normativa è complessa ed incorrere in guai, non è certo difficile.

Affittare casa: i documenti necessari per le persone fisiche

I documenti necessari non solo molti, ma sono sicuramente importanti. I primi due sono: la fotocopia della carta di identità e della tessera sanitaria, in corso di validità del locatore. Stessi documenti servono anche dal lato dell’inquilino e per l’eventuale Garante.

Se il conduttore è un cittadino extracomunitario è necessario anche il permesso o la carta di soggiorno. In questo caso fare attenzione alla scadenza, perché (secondo l’articolo 1467 c.c.) la scadenza del permesso di soggiorno,può costituire motivo di risoluzione del contratto di locazione per impossibilità sopravvenuta.

Affittare casa: i documenti relativi all’immobile

Nel contratto di locazione vanno indicati i dati catastali della casa. Questi sono visibili da una semplice visura catastale. In altre parole vanno inserite: foglio, particella, subalterno, consistenza, mq e rendita catastale. Si consiglia di allegare anche la planimetria catastale, che però non è obbligatoria. Diventa però necessaria nel caso di locazione parziale, per evidenziare la porzione di immobile oggetto di locazione.

Un altro elemento importante è l’Ape - Attestato di prestazione Energetica. Secondo quanto dichiarato dal sito dell’Agenzia delle entrate, in caso di locazione di una singola unità immobiliare, non è obbligatorio allegare l’Ape. Tuttavia, è necessario inserire nel contratto la clausole con la quale in conduttore dichiarare di aver ricevuto le informazioni e la documentazione relative alla prestazione energetica.

Affittare casa: i documenti da presentare all’Agenzia delle entrate

A prescindere dal tipo di contratto che si intende sottoscrivere: ordinario, con o senza cedolare secca o a canone concordato, i documenti da allegare sono obbligatori. Al momento della registrazione presso l’Agenzia delle entrate va allegato il modello RLI, debitamente compilato. Modello di richiesta di registrazione e di adempimenti successivi, contiene al suo interno tutte le caratteristiche del contratto. Va firmato dal richiedente la registrazione.

Solo nel caso di contratto ordinario, va inserita anche la copia del Modello F24 con cui sono pagati le imposte di registro. Il codice da inserire è il numero 1500. Inserire il codice fiscale di una delle controparti e il codice identificativo “63” (controparte).

Altri documenti da allegare

Solo nel caso di contratto di locazione ordinario vanno allegate una marca da bollo da €16,00 euro. La marca da bollo va apposta una ogni 4 facciate o 100 parole del contratto. Se nel contratto sono previste altre forme di garanzia, come la fideiussione o l’assicurazione, ne va allegata una copia.