Autore: Luca Macaluso

Benessere

Quanta camomilla bere per dormire? Ecco la risposta

Si dice che se si vuole riposare bene la sera, prima di andare a letto, bisogna concedersi una tazza di camomilla. Ma quanta bisogna berne per dormire?

La camomilla è una pianta molto conosciuta nel nostro Paese. Cresce infatti spontaneamente in tutta l’Italia ma può essere anche coltivata. Ciò che si utilizza della pianta della camomilla sono i fiori, che vengono raccolti ed essiccati. I fiori di camomilla sono ampiamente sfruttati in qualità di rimedio naturale per le loro proprietà sedative e calmanti. Bere camomilla è infatti uno dei rimedi maggiormente utilizzati dalle persone per dormire, quando magari degli stati di agitazione impediscono di rilassarsi e prendere sonno.

Chi beve camomilla la sera lo fa per favorire il sonno, per migliorarne la qualità, per riuscire a rilassarsi e addormentarsi in tranquillità dopo una giornata stressante. Ma quanta camomilla bere per dormire?

TI POTREBBE INTERESSARE: Mangiare pasta ogni giorno, ecco cosa accade al nostro corpo

Quanta camomilla bere per dormire

Se abbiamo intenzione di provare un rimedio naturale come la camomilla, che ci aiuti a rilassarci e prendere sonno, dobbiamo berne una tazza dopo cena la sera 20 minuti prima di coricarci.

Per prepararla però, affinché sia realmente efficace, dobbiamo fare molta attenzione ai tempi di infusione. Per avere il massimo dei benefici dovremo lasciare la nostra bustina di camomilla in infusione in acqua bollente per un massimo di 2 o 3 minuti.

Superare questi tempi è vivamente sconsigliato. Con un tempo di infusione maggiore infatti, non otterrete una bevanda più rilassante ma, al contrario, un eccitante, e non riuscirete a dormire. Quando si superano i 4 o i 5 minuti di infusione, la camomilla rilascia principi attivi con proprietà eccitanti.

TI POTREBBE INTERESSARE: Il peperoncino verde fa bene o fa male? Ecco la risposta

Scegliere la camomilla

Se vogliamo il miglior risultato dobbiamo scegliere il miglior prodotto. Le parti della camomilla che contengono il maggior quantitativo di principio attivo sono i fiori. Dobbiamo dunque scegliere una camomilla prodotta quasi esclusivamente con essi.

Sarebbe poi preferibile scegliere la camomilla sfusa e non quella in bustina. Questo perché non possiamo essere certi della qualità del prodotto in bustina, parametro che invece può essere costatato quando si compra la camomilla sfusa.

TI POTREBBE INTERESSARE: Bere rum la sera fa bene o male? Incredibile la risposta

Come preparare la camomilla da bere per dormire

Abbiamo capito quanta camomilla bere per dormire, quali sono i corretti tempi di infusione e su quale tipo di prodotto è meglio orientare il proprio acquisto. Non ci resta che capire come preparare un’ottima camomilla da bere per dormire.

Per preparare una rilassante camomilla da bere la sera prima di coricarci, dobbiamo prendere un pentolino, riempirlo di acqua per tre quarti quindi porlo sul fornello, accendere la fiamma e attendere l’ebollizione. Quando l’acqua bolle potremo spegnere il gas e gettare la nostra camomilla in infusione per i pochi minuti che abbiamo detto nei paragrafi precedenti.

Se abbiamo acquistato la camomilla sfusa ne useremo un cucchiaino, in alternativa metteremo in infusione una bustina. Trascorso il breve tempo toglieremo la bustina o filtreremo la camomilla sfusa con un colino prima di versarla in una tazza. Atteso il raffreddamento della bevanda potremo bere la camomilla.