Autore: Serena Console

Fashion week - Moda - Milano

25
Feb

Quali sono le tendenze della fashion week di Milano 2018?

La fashion week di Milano 2018 introduce tante novità in materia di tendenza per la prossima stagione: il rosa è il colore dominante.

Una settimana ricca di colore caldi e stile elegante quella della fashion week di Milano 2018 che ha stabilito le tendenze per la prossima stagione.
Dopo aver fatto incetta di incassi e ospiti del panorama della moda nazionale e internazionale, si sta avviando alla chiusura di martedì 27 febbraio.
La 7 giorni ha visto sfilare sulle passerelle le modelle con gli abiti delle grandi case della moda davanti a una platea famelica di giornalisti, buyer e fashionisti da tutto il mondo di novità in materia di tendenze.

Quali sono le tendenze della fashion week di Milano 2018.

La settimana della moda del 2018 non ha certamente nascosto il target di riferimento e, anche, di ispirazione: i millennial, i social network e tutto ciò che ne ruota attorno.

Una parola d’ordine: freschezza, intesa nella percezione di innovazione, senza mai far sbadigliare gli ospiti che da tutto il mondo sono arrivati a Milano per conoscere le tendenze proposte dalle migliori case di moda.

Capi squadrati, colori accesi e linee che rimarcano quella nostalgia degli anni 80, dove le spalline ritagliavano il triangolo rovesciato dei cappotti e dei tailleur.
Tra i colori che hanno primeggiato nelle sfilate di Gucci, Prada, Fendi e tanti altri grandi nomi è il rosa.

Il periodo rosa della stagione della moda ha poco a che fare con il momento artistico di Picasso: con il rosa, gli stilisti osano nella irriverente e signorile eleganza. Pastello, confetto, caramella, shocking acido o tentazione soft, il rosa è la tonalità che si è accesa sotto i riflettori delle passerelle. Ad affiancare il rosa ci sono anche i colore caldi come il biscotto, il giallo senape o il verde shock: una bella sfida per il colore di Pantone 2019.

Gli stilisti non hanno prestato attenzione solo ai colori: gli accessori in sono in bella mostra, come gli occhiali scuri d’ordinanza. I loghi sono sempre in primo piano, come uno slogan, per dichiarare la propria appartenenza o il proprio messaggio.

Gucci in sala operatoria

Non passa inosservata la sfilata di Gucci che ha creato una scenografia particolare: tra tavoli operatori, lettini da intervento chirurgico, luci livide, lenzuola verdi, neon e bisturi, modelli e modelle hanno mostrato le creazioni di sartoria made in Gucci della collezione autunno inverno 2018 -2019 in un’atmosfera ospedaliera.

I modelli e le modelle hanno sfilato con in mano la loro stessa testa ricostruita dall’impressionante somiglianza, dettaglio che vuole rappresentare l“a grande fatica che si fa per accudire la propria testa in modo profondo”, ha affermato il firmatario della collezione Alessandro Michele, che ha mirato così al successo di foto sui social, come Instagram.