Autore: Luca Macaluso

Alimentazione

16
Apr 2020

Perché il gorgonzola ha la muffa? Ecco la risposta dell’esperto

Perché il gorgonzola ha la muffa? Si tratta di una muffa molto particolare, anche perché non è dannosa.

Perché il gorgonzola ha la muffa? Questo famoso formaggio tipico della Lombardia ha la muffa, ma al contrario di come molti credono, non si tratta di una sostanza dannosa o piena di batteri.

Si deve sottolineare infatti che in genere, ogni tipo di alimento che a lungo andare diventa avariato e ammuffito, si trasforma anche in una pietanza da evitare perché può causare problemi di salute, se viene consumato in quello stato. Uno degli unici che invece non presenta questo problema, è proprio il gorgonzola, ed è curioso scoprire perché.

TI POTREBBE INTERESSARE: Formaggio: amico o nemico della glicemia? Incredibile, ecco la risposta

La muffa del gorgonzola

Perché questo formaggio presenta la muffa? In effetti si tratta di un alimento particolare, perché nonostante ci sia la presenta di questa sostanza apparentemente dannosa, in realtà viene consumato lo stesso. Il motivo che permette a questa pietanza di stare sul mercato è che la muffa in questione è priva di batteri.

È la fase chiamata “erborinatura” a determinare il processo di formazione di questo strato che porta delle classiche striature bluastre nell’alimento, e causa anche il suo tipico sapore leggermente piccante. Lo step in questione prevede di dover fare dei buchi nel Gorgonzola, con lunghi aghi di metallo, che lasciando aria all’interno del formaggio e causano muffa.

Ciò però non basta per originarla. La parte più importante del processo di lavorazione di questa pietanza infatti consiste nel momento in cui viene inserito il Penicillium Glaucum, ovvero l’elemento responsabile della formazione della muffa.

TI POTREBBE INTERESSARE: Il gorgonzola fa bene al colesterolo? Risponde la medicina

La storia del Gorgonzola

Oggi il Gorgonzola è uno dei formaggi più apprezzati sul mercato dei latticini, ma è curioso anche scoprire come sia stato inventato. Ci sono storie e leggende diverse a riguardo. Una racconta che il proprietario di una locanda sita proprio nella città di Gorgonzola, la quale ha dato poi il nome al formaggio, avesse terminato lo stracchino buono, e ne fossero rimasti solo alcuni pezzi ammuffiti.

Spinto dalla voglia di guadagnare lo stesso, avrebbe dato ai clienti anche il formaggio ammuffito. Un’altra storia racconta invece che l’alimento in questione sia stato originato da un giovane innamorato, che voleva donare una nuova pietanza alla ragazza di cui era invaghito, solo che aveva mischiato due cagli diversi, facendo nascere il Gorgonzola.

Ci sarebbe anche un’altra leggenda, che additerebbe come veri inventori di questo derivato del latte, alcuni pastori che avevano visto la cometa di San Giorgio. Catturati dalla sua meraviglia, avevano dimenticato di prestare attenzione alla conservazione del latte, che aveva generato muffa.

TI POTREBBE INTERESSARE: La fontina è un formaggio stagionato? Ecco la verità

Come si è visto, ci sono tante storie e leggende che spiegherebbero la nascita del Gorgonzola, che a quanto pare fece la sua prima comparsa nel mondo nel XV secolo. In ogni caso, indipendentemente da quale sia quella più vera, rimane il fatto che questo formaggio sia uno tra i più apprezzati al mondo, proprio per la sua buffa e curiosa, nonché persino buona, muffa.