Snapchat: la piattaforma produrrà e trasmetterà mini serie tv. Tutto quello che c’è da sapere

Snapchat, la popolare piattaforma di messaggistica multimediale, in collaborazione con le più importanti major televisive cinematografiche, ha firmato accordi per la produzione e la messa in onda sull’app di mini serie tv.

Con l’avvento del multimediale il modo di guardare tv, film e video è stato totalmente rivoluzionato.
Nemmeno i social network sono immuni da questa tendenza, basti pensare agli aggiornamenti costanti di colossi come Facebook e Twitter che si sono adoperati per lo sviluppo di contenuti video esclusivi e originali (Periscope e Stories). Senza dimenticare il gigante dello streaming televisivo: Netflix.

Questa breve panoramica ci fa rendere conto quanto la presenza di video e serie tv sia fondamentale oggi sul web. Per queste ragioni anche Snapchat, che già aveva fatto dei video il proprio punto di forza, ha trovato un modo per rilanciarsi, vista la concorrenza.

La popolare piattaforma di messaggistica istantanea multimediale ha firmato degli accordi con le più grandi major televisive e cinematografiche per la produzione di serie tv da trasmettere sull’app con mini episodi da circa cinque minuti l’uno.

Chi saranno i partner di Snapchat?

Come riportato dal sito fortune.com sono blasonatissimi i nomi dei partner di Snapchat: Discovery, A+E Networks di Walt Disney e la Time Warner. Quest’ultima è la proprietaria della Warner Bros e della HBO casa produttrice delle più importanti e seguite serie televisive americane; una su tutte: Game of Thrones.

Da alcune indiscrezioni trapela che Snapchat è in trattativa anche con la CBS e la 20Th Century Fox.

L’ultima società ad aver stretto accordi con Snapchat per una programmazione sulla piattaforma è la Scripps Network Interactive, che ha fatto del lifestyle il proprio cavallo di battaglia. La Scripps, inoltre, sta aumentando la propria presenza social anche su altre piattaforme, distribuendo video su Facebook, Instagram e Youtube.

“La piattaforma mobile di Snapchat rappresenta un ambiente ideale per toccare quei millennials che non possono accedere ancora alle nostre offerte premium”, dichiara Henry Ain, presidente della sezione marketing di Scripps.

L’intento delle aziende dunque è quello di intercettare ulteriormente la fetta di mercato dei millennials che, in larga parte, utilizzano Snapchat, un servizio che conta circa 160 milioni di utenze al giorno.
Dal canto suo invece Snapchat, attraverso la messa in onda di mini serie tv intende catturare il pubblico di fascia più alta, generalmente non avvezzo all’utilizzo di questa app.

Quali sono le novità?

Le mini serie saranno messe in onda all’interno della sezione “stories” dell’applicazione, sezione che raccoglie immagini e video basati su argomenti o temi simili.

Le “stories” sono state così popolari che sia Facebook che Instagram hanno imitato Snapchat creando le proprie versioni della funzionalità. Anche per distinguersi dalla concorrenza, dunque, la creazione di mini serie tv dovrebbe aiutare Snapchat a ricavarsi un’esclusiva e peculiare fetta di mercato.

Per quanto rivoluzionaria tuttavia questa non è una novità per Snapchat poiché a inizio anno era stata già trasmessa una mini serie dal titolo Boycott; titolo quanto mai esemplificativo visto che parlava di una coppia intenta a boicottare ogni iniziativa proposta da Donald Trump.