Autore: Marilyn Aghemo

Curiosità

Piante per arredare l’ufficio, quali sono le migliori?

Le piante per arredare l’ufficio sono tutte uguali? Assolutamente no! Ecco quali sono e quali scegliere per rendere l’ambiente armonioso.

Le piante per arredare l’ufficio non sono tutte uguali e devono essere scelte con un criterio molto attento. La mente di norma è concentrata su quelli che sono gli obiettivi da portare a termine durante la giornata, ma in pochi sanno che una pianta possa donare armonia - aria pulita e una luce nuova. Ecco tutti i consigli!

Le piante per ufficio servono davvero?

In un ufficio - che sia chiuso oppure open space - l’arredamento è molto importante. Se ci pensiamo bene, il tempo che si passa all’interno dei questo ambiente è maggiorie rispetto di quello che si trascorre a casa (a patto in questo periodo di smart working). Per questo motivo anche un dettaglio come la pianta giusta può svoltare la giornata e l’umore.

Altro fattore importante, per chi sceglie questo accessorio regalato da Madre Natura non ha di certo il tempo di bagnare e concimare la pianta in ufficio. Ci sono delle soluzioni per avere tutto senza dover rinunciare ai benefici e alla bellezza? I professionisti del settore hanno selezionato alcune piante da ufficio che potrebbero proprio fare al caso vostro, senza stress e traendone tutte le particolarità.

La tipologia piante da ufficio

Come anticipato, scegliere una pianta da ufficio non è per nulla facile e le loro caratteristiche devono essere precise. Non solo il lato estetico ma anche funzionale infatti devono essere resistenti senza aver bisogno di cure continue. Poi nel caso in cui rimanessero da sole durante un breve periodo devono essere in grado di sopravvivere.

Ultimo, ma non meno importante, devo poter purificare l’aria dell’ambiente rendendolo ottimale per tutta una giornata lavorativa.

Leggi anche: Smart working, come comportarsi durante una videocall

Zamia

Questo nome sicuramente non vi dirà nulla, ma la Zamia è una pianta ottimale per l’ufficio e consigliata dai migliori interior designer. Non è solo bella da vedere, diventando protagonista di tutta la stanza, ma ha tutte le qualità che servono come la sopravvivenza avendo bisogno di pochissima acqua.

Non deve essere potata e richiede solo di togliere le foglie secche, così da potersi immediatamente rigenerare. Possiede foglie molto lucide ma è bene comunque spolverarle mentre lo si fa con i mobili.

Ficus Benjamina

Un’altra pianta che viene consigliata dagli esperti per le sue caratteristiche ottimali visto l’ambiente di cui stiamo parlando. Resiste nel tempo, purifica l’aria e ha bisogno di luce indiretta. Fa parte della categoria delle piante purificanti e può raggiungere dimensioni importanti per questo con il tempo avrà bisogno di uno spazio aggiuntivo.

Aloe Vera

Conosciuta sin dall’antichità per tutte le sue proprietà lenitive, curative, antinfiammatorie può essere anche un’ottima pianta per l’ufficio. È un filtro d’aria naturale e rilascia ossigeno, purificando l’intero ambiente e sopravvivendo a lungo.

L’unica cosa che richiede è di essere bagnata ogni tanto e di essere messa in una zona riparata dalla luce ma, allo stesso tempo, non fredda.