Autore: Stefano Calicchio

Pensione - INPS

8
Mar

Pensione di invalidità 2020, come funziona l’aumento a 780 euro al mese

La pensione di invalidità civile spetta a tutti i cittadini affetti dalle patologie congenite o acquisite indicate nella normativa. In caso di specifici requisiti con la PdC è possibile ottenere un aumento fino a 780 euro al mese.

Anche nel corso del 2020 è possibile integrare la pensione di invalidità civile con quella di cittadinanza, stante la presenza dei requisiti di legge prevista per entrambe le tipologie di emolumenti. Nel primo caso bisogna infatti ricordare che i cittadini che risultano affetti da patologie congenite o acquisite maturano il diritto alla percezione di un assegno mensile per via dell’impossibilità di proseguire una qualsiasi attività lavorativa.

In tal senso, lo Stato eroga tramite la fiscalità generale un sostegno utile a compensare almeno parzialmente le necessità base di sostentamento. Con la pensione di cittadinanza dedicata agli invalidi civili si estende la tutela economica in favore di chi vive situazioni di particolare disagio.

Bisogna però sottolineare che sia l’invalidità civile sia l’assegno di cittadinanza vengono erogate in presenza dei requisiti previsti dalla legge e solo nel caso in cui sia stata correttamente inoltrata la domanda da parte dei soggetti interessati. Oltre a ciò, resta la possibilità di chiedere unitamente anche la pensione di accompagnamento, così come previsto dall’art. n. 74 della legge n 469 del 1961.

TI POTREBBE INTERESSARE: Pensioni, Naspi e mobilità: online la certificazione unica 2020 dell’Inps

Pensione di invalidità civile e assegno di cittadinanza 2020: come effettuare la richiesta di tutela

I soggetti che possiedono i requisiti previsti dalla legge per la pensione di invalidità civile dovranno chiedere innanzitutto il certificato medico al proprio medico curante con il quale si attesta l’invalidità al 100% o l’incapacità di deambulazione. Successivamente si procede con la richiesta effettiva dell’assegno tramite l’Inps, che prevede anche all’accertamento dei requisiti sanitari coinvolgendo una speciale Commissione della propria Asl di riferimento.

L’aumento della pensione di invalidità fino a 780 euro al mese è invece associato alla pensione di cittadinanza per invalidi civili, pertanto i potenziali beneficiari dovranno richiedere innanzitutto l’isee 2020. I criteri da maturare per la PdC prevedono attualmente un’età di almeno 67 anni e un ISEE inferiore a 9360 euro, ma con un recente aggiornamento legislativo si è allargato il perimetro di azione del provvedimento eliminando il limite anagrafico per gli invalidi e per coloro che hanno un convivente in famiglia con una condizione di disabilità grave.

TI POTREBBE INTERESSARE: Pensioni docenti, nella scuola accertamento del diritto entro il 29 maggio