Autore: Luca Macaluso

Alimentazione - Benessere

Mangiare olive verdi fa male? Ecco la risposta dell’esperto

Le olive, prodotto tipico della tradizione Mediterranea, ma fa bene mangiarle o no? ecco cosa dice la medicina.

Le olive sono una delle eccellenze del comparto alimentare mediterraneo. Dalle olive si produce l’olio, ma si tratta di un alimento che viene anche mangiato, sia come snack che come elemento di innumerevoli composizioni alimentari. Ma le olive fanno bene o fanno male al nostro organismo? Sono un prodotto dietetico o fanno ingrassare?

Domande frequenti per qualsiasi prodotto alimentare e le olive non potevano essere escluse da questa lunga serie di dubbi e perplessità. Vediamo di approfondire meglio il discorso, di arrivare a conoscere meglio le nostre care olive, soprattutto quelle verdi e di capire se le olive sono uno di quegli alimenti che dovremmo mangiare con più tranquillità o se invece bisogna prestare attenzione.

Olive e benessere

Le olive sono piene di sostanze antiossidanti, anche se nelle olive verdi rispetto a quelle nere, questa presenza è inferiore. Le sostanze antiossidanti proteggono il sistema cardiovascolare, ideali nella prevenzione della formazione di colesterolo nelle arterie ed un toccasana se si tratta di ridurre il rischio di infarto. Le olive contengono grassi, ma sono quelli buoni. Infatti la stragrande maggioranza dei grassi presenti nelle olive sono grassi insaturi, molti benefici per l’organismo.

TI POTREBBE INTERESSARE: Come mantenere il peso forma? Ecco 10 consigli efficaci

Le olive contengono vitamina E, che oltre ad apportare notevoli benefici per la salute della pelle, sono anche un elemento fondamentale per la prevenzione di malattie gravi come i tumori. Le olive verdi hanno meno vitamina E di quelle nere. Delle olive si dice che siano un alleato della salute nelle persone che soffrono di asma o per chi è affetto da osteoporosi. Mangiare olive da sollievo anche per chi soffre di artrite reumatoide. Il motivo è che le olive sono un alleato del nostro organismo nel contrastare i nocivi effetti dei radicali liberi.

Un alleato dell’intestino

Le olive sono ottime anche per l’apparato digerente. La ricchezza di fibre delle olive le rendono ideali per il corretto funzionamento dell’intestino. Le olive contengono anche ferro, che è fondamentale perché i globuli rossi trasportino ossigeno nel corpo. Non meno importante la presenza di vitamina A, che è un toccasana per la salute della nostra vista. In buona sostanza, siamo di fronte ad un alimento molto importante e molto benefico per la salute del nostro organismo.

Olive verdi possono fare male?

Come abbiamo detto, le olive verdi hanno meno sostanze benefiche di quelle nere, ma dire che facciano male non è una cosa giusta. Naturalmente occorre prestare attenzione alle proprie condizioni di salute, alle proprie patologie o alle proprie intolleranze alimentari. Prima di adottare una dieta che preveda un uso costante e perpetuo di un determinato alimento è meglio sentire il parere del proprio medico. In linea di massima però, le olive non hanno particolari controindicazioni, nemmeno nelle persone che sono a stretto regime di dieta dimagrante.

TI POTREBBE INTERESSARE: Mangiare quinoa cruda: ecco cosa succede al nostro corpo

Occhio però ai problemi che le olive possono comportare in base a come vengono mangiate o condite. Gustose e saporitissime, anche per gli aperitivi, le olive in salamoia sono potenzialmente dannose. E sono soprattutto le verdi ad essere consumate così, sotto sale o immerse in un liquido salato (la salamoia). Se troppo salate favoriscono l’ipertensione e aumentano l’apporto calorico. Per esempio, 100 grammi di olive verdi in salamoia, contengono 115 Kcal ogni 100 gr. E questo sicuramente non è benefico per la linea.