Autore: Luca Macaluso

Alimentazione

25
Mar

La curcuma fa male ai reni? La risposta della medicina

La curcuma è una spezia molto benefica e molto utilizzata, ma è vero che sarebbe negativa per i reni? ecco la verità.

La curcuma è una spezia conosciuta da sempre ma che si va sempre via via diffondendo in tutto il mondo. In Italia si sta facendo sempre più spazio tra le spezie normalmente utilizzate sulle nostre cucine. Il motivo di questo aumento del consumo di curcuma è relativo alla tante proprietà benefiche che la curcuma sembra avere.

Ma ha anche degli effetti collaterali da tenere in considerazione oppure no? Una domanda comune a molti che si vogliono avvicinare a questa particolare spezia dal colore giallo oro. Vediamo cosa bisogna conoscere della curcuma e se davvero ci sono controindicazioni, come quella che dice che la spezia faccia male ai reni.

La curcuma è una spezia ricca di proprietà benefiche

La curcuma è una spezia che molti considerano un valido aiuto per la nostra salute. Sembra che la curcuma sia indicata per mantenere in salute il cervello, perché ricca di proprietà antiossidanti che rallentano l’invecchiamento. Inoltre della curcuma si dice che sia un potente antitumorale, perché blocca e contiene la crescita delle cellule cancerogene.

TI POTREBBE INTERESSARE: La cicoria contiene nichel? La risposta che sorprende

La curcuma inoltre riduce la presenza di colesterolo nel sangue e quindi è un potente alleato nella prevenzione di malattie cardiache che possono portare all’infarto. Della curcuma si riconoscono anche potenti effetti antinfiammatori e antivirali. Per esempio la curcuma sembra indicata per la prevenzione e la cura dei raffreddori e delle influenze. In pratica, un potente alleato del sistema immunitario.

La curcuma è suggerita anche in molte diete dimagranti, perché sembra regolare il funzionamento dell’intestino. Inoltre sembra indicata anche per i soggetti affetti da diabete, perché aiuta a moderare i livelli di insulina nel sangue.

La curcuma fa perdere peso?

La curcuma sembra sia la migliore spezia da utilizzare per perdere peso, almeno stando ad alcune teorie che come sempre vanno meglio approfondite e discusse con il proprio medico curante o con il proprio nutrizionista. La curcuma agisce favorendo il metabolismo e quindi contrasta il sopraggiungere dell’obesità. Questa spezia riesce a limitare l’accumulo di grassi nell’organismo, grassi derivanti da carboidrati e zuccheri complessi che sono, notoriamente più difficili da digerire.

TI POTREBBE INTERESSARE: La fontina è un formaggio stagionato? Ecco la verità

Anche il fatto che la curcuma faccia male ai reni è in line adi massima un falso mito. Infatti tra le proprietà della spezia c’è quella depurativa. La curcuma è anche diuretica, cioè aiuta ad espellere le sostanze nocive e tossiche del nostro organismo. La curcuma stimolando la diuresi favorisce l’espulsione di qualsiasi sostanza nociva e delle tossine presenti nel nostro organismo.

La diuresi non è altro che il processo di formazione dell’urina nei reni e tramite l’urina il nostro corpo espelle liquidi in eccesso e naturalmente, le tossine che il corpo immagazzina durante le attività quotidiane. Per questo, la curcuma, favorendo la diuresi, aiuta il corpo a liberarsi da queste sostanze nocive.

Detto questo, ripetiamo che come tutte le cose, l’abuso non è ammesso, e cioè bisogna sempre limitarsi nel consumo di qualsiasi cosa. Anche la curcuma non è esente da questo aspetto, ecco perché occorre consumarla nelle giuste dosi, tenendo presente eventuali problemi allergici e soprattutto, inserirla in una dieta sana ed equilibrata.

TI POTREBBE INTERESSARE: L’olio di cocco fa dimagrire? Ecco la verità