C’è posta per te 2023: ecco gli ospiti della prima puntata di sabato 7 gennaio

C'è posta per te 2023: ecco gli ospiti della prima puntata di sabato 7 gennaio

Riparte il people show di Maria De Filippi. Scopriamo chi saranno i protagonisti delle sorprese di questa prima puntata

Sabato 7 gennaio alle ore 21.20 su Canale 5 torna, per la 26esima edizione, C’è posta per te, il people show dei sentimenti condotto da Maria De Filippi. Come di consueto la squadra dei postini, quest’anno costituita da Gianfranco Apicerni, Marcello Mordino, Chiara Carcano, Andrea Offredi e la new entry Giovanni Vescovo, consegnerà la fatidica busta al destinatario del messaggio che, chi ha scritto al programma, ha inviato per riappacificarsi, rincontrarsi o semplicemente per fare una sorpresa ad un proprio conoscente o familiare.

Nella prima puntata, da quando emerge dalle anticipazioni delle clip pubblicate sui canali social del programma, ci sarà una storia di un matrimonio interrotto, con la moglie che cercherà di riconquistare l’amore del marito, anche se lui la definisce “serpe” e una relazione familiare da ricucire.

Can Yaman ospite della prima puntata di C’è posta per te 2023

Nella prima puntata del 2023 di C’è posta per te una delle sorprese vedrà come protagonista l’attore turco Can Yaman, che per il quarto anno consecutivo è stato invitato da Maria De Filippi. Reduce dalla prima stagione della fiction Viola come il mare, andata in onda su Canale 5 tra settembre e novembre dello scorso anno, attualmente è impegnato nelle riprese della serie del canale Disney Plus, El turco e si vocifera debba essere l’inviato della prossima edizione de L’Isola dei famosi in partenza il prossimo mese di aprile.

Antonino Cannavacciuolo a C’è posta per te

Il secondo ospite della prima puntata della 26esima stagione di C’è posta per te è lo chef Antonino Cannavacciuolo, attualmente in TV con Masterchef Italia 12. Anche per lui si tratta della quarta presenza nel programma dopo il 2017, 2018 e 2022. Lo scorso anno fu protagonista della sorpresa di Dora per suo nonno Amedeo.