Autore: Marilyn Aghemo

Arredamento, il lockdown ha cambiato le abitudini: come sono oggi gli spazi abitabili

Il lockdown ha cambiato le nostre abitudini? In parte sì soprattutto per quanto riguarda il tema arredamento.

In tema di arredamento, tutti quanti abbiamo la passione di cambiare e personalizzare tutti gli spazi. Eppure durante il lockdown tutto ha assunto forme differenti negli ambienti di casa propria. Ma come si è evoluto tutto quanto?

Arredamento e colori post lockdown

Lockdown, smartworking, ansia e preoccupazioni: queste sembrano essere le parole chiave del 2020 vista la pandemia da Covid. I professionisti del settore hanno svolto una serie di ricerche ed è emerso di come ci sia la necessità di creare spazi dove rifugiarsi e non solo lavorare.

La palette di colori che è emersa per il 2021 da parte di uno dei brand internazionali delle vernici per interni Farrow&Ball ha messo in luce nuance rilassanti con sfumature classiche in pastello come beige e rosa delicato: non solo luce ma anche calma interiore. Ebbene sì, la casa si trasforma in ufficio nonché rifugio personale dove fare tutto senza più uscire – o quasi.

I colori sono importantissimi tanto che i colossi dell’arredamento dedicato sezioni particolareggiate sui siti web ufficiali con palette che danno la sensazione di entrare in un posto completamente diverso.

I consigli per ambienti rilassanti da vivere

Lo scopo principale della maggior parte delle persone è quello di poter avere degli spazi che possano aiutare la concentrazione, prediligendo le nuance del giallo passando poi al blu rilassante senza declinazioni strong. Cosa significa? Che è necessaria una grande attenzione delle sfumature cercando di evitare i colori scuri e cupi, arrivando ai verdi naturali – viola cromoterapici sino alle varianti più calde.

La guida del professionisti del settore che vediamo in questo periodo, dedicata al 2021 offrono consigli su come alternare gli ambienti a seconda dello scopo primario di quella stanza. In camera da letto largo spazio all’azzurro o al rosa, mentre nello studio prediligere sempre il bianco o il beige che si sposano perfettamente con un elemento dì arredamento che possa essere vivace (un divano rosso, un pouf blu acceso o una scrivania gialla).

Leggi anche: Piante per arredare l’ufficio, quali sono le migliori?

Il bagno opta per nuance pastello che rilassano, ma non è vietato – per chi desidera – un tocco di colore allegro che si abbini perfettamente all’umore e allo stile personale di ognuno. In cucina niente regole perché è il posto dove ognuno esprime se stesso dai colori più eccentrici sino allo stile minimal o shabby.

Come arredare gli spazi aperti

Lo spazio esterno è stato sfruttato tantissimo durante il lockdown e anche in inverno potrebbe essere molto bello arredarlo in stile differente. Un occhio attento all’ambiente con scelte ecosostenibili sino a qualche dettaglio natalizio oppure prettamente invernale per godere dell’aria e del silenzio delle quattro mura. Mai pensare che lo spazio aperto non abbia un’anima e procedere con scelte che siano al pari degli interni.

Cosa ne pensate? Il lockdown ha veramente cambiato le abitudini anche in sede di arredamento e colori?