Autore: Luca Macaluso

Alimentazione - Benessere

Mangiare ricotta prima di dormire aiuta il sonno? La risposta che stupisce

Mangiare ricotta prima di dormire aiuta il sonno? La risposta che stupisce

Mangiare ricotta prima di dormire aiuta il sonno? Sì, può stimolare il sonno per diversi motivi. Prima di tutto può risultare leggera per la digestione, se non se ne consuma in quantità esagerate, e poi questa sua funziona particolare è dovuta anche alla presenza del triptofano, un amminoacido importante perché stimola sia la serotonina sia un ormone che si occupa proprio della stimolazione del sonno: la melatonina.

Mangiare la ricotta prima di dormire fa bene? La risposta

Mangiare ricotta prima di dormire aiuta il sonno? Sì, aiuta. In un certo senso quindi, il famoso rimedio “della nonna” che consiglia di bere una tazza di latte prima di andare a dormire, proprio per conciliare il sonno, vale anche con i suoi derivati, come la ricotta. Quest’ultima può conciliare il sonno per diversi motivi, come:

  • possiede triptofano
  • è facile da digerire
  • aiuta a decomporre altre pietanze
  • stimola le funzioni dell’apparato digerente

TI POTREBBE INTERESSARE: Il pecorino è un formaggio grasso? Ecco la risposta dell’esperto

La ricotta fa molto bene alla salute e consumarla prima di coricarsi può essere realmente utile per favorire un sonno regolatore e salutare. Il motivo di tutto ciò consiste prima di tutto nella presenza del triptofano, un amminoacido che ha una funzione particolare.

Questa consiste nello stimolare due ormoni: uno è la serotonina, considerato anche come l’ormone responsabile del buon umore, e l’altro è quello della melatonina, che favorisce il sonno. Per quanto riguarda il primo, alcuni studiosi hanno spiegato che più si è di buon umore, nel senso rilassati, e più sarà facile prendere sonno. Ecco perché quindi consumare un po’ di ricotta può aiutare, ma non è questo l’unico motivo.

Gli altri sono collegati alla digestione: dato che la ricotta aiuta a digerire gli altri cibi, anche alcuni più difficili da assimilare, proprio il rilassamento dell’intestino e dello stomaco potrebbe favorire il sonno. Se infatti ci si fa caso, quando non si riesce a digerire bene, il sonno può tardare e si può fare più fatica ad addormentarsi. Certamente, questo dipende anche da persona a persona e i motivi per cui si può prendere sonno più o meno facilmente, possono essere di diverso tipo.

TI POTREBBE INTERESSARE: Mangiare la lattuga tutti i giorni fa male? La risposta è incredibile

I consigli degli esperti

Nonostante diversi studi svolti da differenti ricercatori abbiano dimostrato che se consumata di sera, la ricotta aiuta a favorire il sonno, ciò non significa che questi consigli debbano essere male interpretati. Ciò significa che non occorre mangiare una gran quantità di ricotta, se si hanno disturbi del sonno.

Non sarà infatti questa pietanza ad eliminare tali problemi, quanto piuttosto i consigli adeguati di un apposito esperto, che dovrà prima analizzare la problematica e poi aiutare la persona a risolvere. Certamente, nulla vieta di consumare ogni tanto un pezzetto di ricotta la sera, come un digestivo, ma c’è anche da sottolineare che prima si deve verificare se è il caso di farlo.

Ciò vuol dire che se si è intolleranti al lattosio, tale consumo è assolutamente sconsigliato: la ricotta infatti potrà creare diversi svantaggi alle persone che soffrono di un’intolleranza del genere. In ogni caso, gli esperti consigliano sempre di evitare un consumo esagerato di questa pietanza, soprattutto prima di coricarsi. Poca invece, può fare solo che bene e anche favorire un sonno ristoratore.

TI POTREBBE INTERESSARE: Il peperoncino fa bene ai capelli? Ecco cosa dice la cosmesi