Autore: Luca Macaluso

Alimentazione

2
Giu 2020

Il tofu va cotto? Ecco la risposta

Il tofu è un alimento non comune che piace a molti. Ma il tofu si mangia crudo o deve essere sottoposto a cottura?

Il tofu è un cibo particolare e non certo di comune utilizzo sulla tavola italiana o nella dieta mediterranea. Viene dalla Cina e si utilizza come sostituto del formaggio in caso di intolleranza al lattosio. Il tofu è anche particolarmente apprezzato da chi segue un piano alimentare di tipo vegano perché, in quanto ottenuto dalla soia, sostituisce i pasti proteici di origine animale.

Come nasce questo particolare alimento? Il tofu si ottiene dalla coagulazione delle proteine del latte di soia e viene venduto in blocchi più o meno rigidi, confezionati sottovuoto. Questi blocchi sono simili a dei panetti e in genere risultano già pronti per essere tagliati o per assimilarsi ad altri ingredienti nell’ambito della preparazione di altri piatti. Il tofu per lo più ha un gusto neutro ma in commercio ne esistono anche varietà aromatizzate alle olive, alle erbe o addirittura alla senape.

Dal punto di vista nutrizionale il tofu è assente di grassi saturi e di colesterolo, aiuta a prevenire l’ipercolesterolemia e la pressione alta, combatte il sovrappeso e può essere inserito all’interno di una dieta volta alla riduzione del peso corporeo, è efficace in caso di sindrome metabolica. Ma il tofu va cotto? Come si cucina?

Il tofu va cotto?

Come si cucina il tofu? Si tratta di un alimento che tra i fornelli offre molta versatilità per cui il tofu non va necessariamente cotto ma può essere consumato anche crudo. Per essere mangiato crudo il tofu deve prevalentemente essere sbollentato in acqua per pochi minuti quindi fatto raffreddare e tagliato a fette. In seguito lo si può condire con un filo di olio extravergine di oliva, della salsa di soia oppure con erbe, spezie e agrumi.

Approfondisci anche: Mangiare tofu scaduto: attenzione a cosa può accadere!

Il tofu crudo può essere condito anche con paprika, peperoncino e curry. Con il tofu crudo possiamo condire un primo come un piatto di pasta stufato con pomodori e cipolla. Possiamo frullare il tofu e realizzare una salsa o sbriciolarlo con le mani e aggiungerlo all’insalata.

Quando invece il tofu va cotto ciò ci permette maggiore fantasia per realizzare le nostre preparazioni culinarie. In questo caso possiamo tritarlo e amalgamarlo con spezie, erbe e pangrattato e realizzare delle polpette da friggere in padella con l’olio di semi. Possiamo cuocere i panetti di tofu e servirli a tavola come un secondo accompagnato da una salsa verde come un pesto. Possiamo cuocere il tofu anche per cucinare i dolci.

Il suo sapore neutro in questo caso è ideale e può essere il complemento ideale per fare una torta da cuocere in forno. Sempre nel campo dei dolci possiamo utilizzare il tofu come guarnizione, frullandolo con un mixer insieme alle fragole per realizzare una crema di farcitura per una torta golosa.