Autore: Luca Macaluso

Alimentazione

Bere latte di soia la sera, ecco cosa succede al nostro corpo

Ecco cosa accade al nostro organismo quando beviamo latte di soia la sera

Il latte di soia ormai è un alimento di larga diffusione soprattutto tra le persone a stretto regime di dieta o intolleranti al lattosio. Una alternativa la latte vaccino, da cui si differenzia per proprietà nutritive ed organolettiche. Molti considerano il latte di soia un alimento migliore del latte vaccino, ma su queste teorie e studi ci sono pareri contraddittori.

Resta il fatto che molti lo utilizzano diffusamente, soprattutto la sera prima di andare a letto. Il latte di soia fa davvero bene alla salute o c’è qualcosa che potrebbe fare male? Vediamo adesso di fugare i dubbi e di scoprire cosa accade al nostro organismo quando beviamo latte di soia la sera.

TI POTREBBE INTERESSARE: Bere rum la sera fa bene o male? Incredibile la risposta

Latte di soia e latte vaccino

Partiamo dal presupposto che tutte le cose che si dicono in materia alimentare, nel consigliare un prodotto rispetto ad un altro, cambiano da soggetto a soggetto, in base alle intolleranze alimentari di ognuno ed in base alle condizioni di salute di ogni individuo. Quando si parla di latte, di quello classico, cioè il vaccino, occorre dire che intorno a questo alimento che viene usato fin da piccoli per alimentarsi, ci sono tante convinzioni spesso infondate. Il latte vaccino è un prodotto di derivazione animale mentre il latte di soia è un prodotto vegetale.

Questa la prima grande differenza che unita alla larga diffusione delle diete vegane, hanno portato alla diffusione di alternative vegetali al latte animale. Il più diffuso di queste alternative è proprio il latte di soia. Chi lo beve e lo usa, considera questo prodotto migliore dal punto di vista nutritivo rispetto al latte vaccino. Vuoi per pubblicità spesso ingannevoli, oppure per credenze popolari, il latte di soia viene considerato da molti superiore al latte vaccino. I due prodotti però sono totalmente differenti anche come proprietà. Nessun latte vegetale, e quindi nemmeno quello di soia, può offrire gli stessi nutrienti con la stessa biodisponibilità di quello animale.

Calcio e proteine per esempio, sono nettamente a vantaggio del latte vaccino. La sostituzione del latte normale con quello di soia può essere dettato come dicevamo, da intolleranza alle caseine, al lattosio, alla necessità di ridurre le calorie o al fatto che si è diventati vegani. Chiamarlo latte, quando si parla di quello di soia è anche una forzatura, perché non si tratta di vero e proprio latte e lo ha confermato anche la Corte europea che ha vietato ai produttori di queste bevande di utilizzare tale appellativo.

TI POTREBBE INTERESSARE: Mangiare pasta ogni giorno, ecco cosa accade al nostro corpo

Il latte di soia comunque, pur non contenendo lattosio, colesterolo e proteine animali, possono scatenare intolleranze, soprattutto perché va smontata un’altra teoria, che considera i prodotti vegetali come naturali. Il latte di soia invece, è un prodotto derivato appunto dalla soia, ma trattata a livello industriale. Estrazione, raffinazione, omogeneizzazione e integrazione fanno parte del processo di produzione del latte di soia che quindi tutto è tranne che un prodotto naturale.

Il latte di soia la sera

Il latte di soia è una bevanda ipocalorica, perché in un litro di questo latte, ci sono solo 32 kcal. Il 54% della bevanda è composto da grassi insaturi, il 37% da proteine ad alto valore biologico, il 9% da carboidrati. Il latte di soia contiene:

  • calcio,
  • potassio,
  • sodio,
  • fosforo,
  • ferro,
  • vitamine del gruppo B.

Ma come dicevamo prima, in larga parte sono elementi che per quantità sono presenti in misura inferiore rispetto al latte vaccino. Dal punto di vista nutritivo, il latte di soia è perfettamente indicato per la prevenzione di malattie degenerative come l’osteoporosi. Inoltre previene l’insorgenza di patologie derivanti dai funghi, tra cui la candida.

Siamo di fronte ad un buon alimento, soprattutto se non lo si tende a considerare migliore del latte vaccino di cui è totalmente differente. Anche il bere latte di soia la sera, non è una pratica sbagliata. Dal punto di vista digestivo, il latte di soia è più leggero di quello vaccino e come detto, meno calorico. Se si segue una dieta ricca di calcio però, il latte vaccino è migliore, tanto per citare un esempio. Il latte di soia pertanto, può essere bevuto la sera e se si desidera non perdere l’apporto proteico e di calcio del latte normale, si può optare per un frullato di latte di soia e di altri alimenti che contengono proprio proteine e calcio che sarebbero ridotte se si utilizzasse solo il latte di soia.

LEGGI ANCHE: Il lievito fa male alla salute? La risposta della scienza

Resta da prestare attenzione però ad alcune controindicazioni del latte di soia. Chi è soggetto a determinate condizioni patologiche, come chi soffre di disfunzioni tiroidee o chi assume farmaci per la tiroide deve evitare questo alimento. Anche per soggetti affetti da sindrome da intestino irritabile dovrebbero farne a meno. Infatti soprattutto la sera, il latte di soia può causare disturbi come il meteorismo, la flatulenza, il gonfiore addominale, i crampi allo stomaco o anche diarree o stitichezza.