Inizio Saldi invernali 2022: Roma, Milano, Napoli e le date regione per regione

Inizio Saldi invernali 2022: Roma, Milano, Napoli e le date regione per regione

Si rinnova l’appuntamento con la possibilità di acquistare a prezzo ridotto grazie ai saldi

Con l’inizio del 2022 torna anche l’appuntamento con i saldi invernali. C’è un calendario che, di fatto, segna quello che sarà l’inizio nelle maggiori città italiane. Ogni regione ha scelto il giorno in cui partiranno, sebbene si possa dire che le differenze sono davvero molto limitate nel tempo.

In pochi giorni praticamente tutti gli italiani avranno la possibilità di acquistare ad un prezzo inferiore rispetto a quello standard molti articoli che magari avevano già avuto modo di mettere sotto la propria attenzione quando ancora erano a quotazione piena.

Circostanza che, come di consueto, porterà tante persone a raggiungere i centri delle principali città, i centri commerciali o i negozi preferiti in genere per ottenere il vantaggio economico derivante dal periodo.

Inizio saldi invernali: un’occasione per gli acquisti

Secondo una stima pubblicata in una comunicazione di Confesercenti il 39% degli italiani è pronto a sfruttare l’opportunità rappresentato dai saldi. La stima è che ognuno di loro possa avere a disposizione un budget di 150 euro, secondo quelle che sono le informazioni emerse da un’indagine previsionale condotta su un campione di consumatori.

Un 47% del dovrebbe spendere meno di 100 euro, il 43% tra i 100 e 300, il 6% tra 300 e 500, il 4% più di 500. Numeri che restano al di sotto di quelli che erano gli standard che riguardavano, ad esempio, gennaio 2020, dove la percentuale arrivava al 48%. Era, però, quella una fase in cui il Covid non aveva fatto irruzione sulla scena mondiale. Oggi, come è noto, la pandemia ancora in corso e l’azione di Omicron potrebbe in qualche modo avere impatto negativo.

Rispetto al passato non bisogna, inoltre, dimenticare che esistono altre circostanze in cui il consumatore può beneficiare di promozioni speciali. Un esempio è il Black Friday che, già prima di Natale, garantisce risparmio su articoli sottoposti ad una riduzione del prezzo.

Saldi invernali: partono il 2 gennaio in Sicilia e Basilicata

Le prime due regioni in cui si avrà l’inizio dei saldi invernali sono due territori del Sud: la Sicilia e la Basilicata. Partenza fissata per il 2 gennaio, che fa sì che i cittadini siciliani e lucani, o comunque chi si trova in quelle zone, potranno fare un giro nei negozi e beneficiare delle occasioni determinate dai cali di prezzo derivanti dagli sconti messi in atto.

Partenza saldi, dove scattano il 3 gennaio

A seguire toccherà ad una regione dell’estremo Nord, considerato che sarà la Valle d’Aosta a vedere partire i saldi il 3 gennaio. Si tratterà dell’ultima anticipazione rispetto al giorno in cui si procederà praticamente in quasi tutta Italia.

In quel caso la data «X» è rappresentata dal 5 gennaio, la vigilia dell’Epifania.

Saldi invernali 2022, il calendario: data per data

  • 2 gennaio: Basilicata, Sicilia
  • 3 gennaio: Valle d’Aosta
  • 5 gennaio: Abruzzo, Calabria, Campania, Emilia-Romagna, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Molise, Piemonte, Puglia,Sardegna, Toscana, Umbria, Veneto

Discorso a parte riguarda la provincia autonoma di Trento, dove sono i commercianti a scegliere liberamente il range temporale in cui far intercorrere i 60 giorni di saldi. A Bolzano, invece, nella maggior parte dei comuni si partirà l’8 gennaio.

Saldi invernali 2022: Milano, Roma e Napoli al via il 5 gennaio

Il calendario racconta come anche le grandi città d’Italia vedranno il via ai propri saldi nella giornata del 5 gennaio. Destino che accomunerà le principali realtà per numero di abitati: Roma, Milano e Napoli, ma anche Torino. Tuttavia, in praticamente tutti i centri si potrà sfruttare l’occasione dei saldi.

Non a caso i dati di Confesercenti rivelano che il 31% degli italiani è pronta ad avvalersi degli sconti in una grande catena o in negozi «brandizzati», la cui capillarità sul territorio nazionale si possa immaginare come importante. Nel 26% dei casi si punta ai saldi nei negozi «indipendenti», per il 22% ci si avvarrà degli outlet. Un 23% cercherà le occasioni giuste sul web.