Individuato un altro strano sintomo del Covid, attenzione: la scoperta degli esperti

Individuato un altro strano sintomo del Covid, attenzione: la scoperta degli esperti

Secondo alcuni esperti intervistati dal New York Times, esiste un altro sintomo riconducibile al Covid

Diversi pazienti colpiti dal Coronavirus, tra i vari sintomi hanno riportato la perdita dei denti qualche tempo dopo aver superato l’infezione. Gli esperti intervistati dal New York Times, hanno spiegato che questa conseguenza può dipendere dal diffuso stato infiammatorio provocato dalla malattia. Oppure può essere un’aggressione diretta del virus ai vasi sanguigni delle gengive.

Per il momento non ci sono conferme e si stanno facendo ulteriori studi per approfondire questo argomento. Ormai è chiaro per tutti che l’infezione provocata dal Coronavirus SARS-COV-2, chiamata Covid-19, è legata ad un agente patogeno respiratorio e può colpire qualsiasi organo, tessuto e sistema del nostro corpo.

Recentemente sono stati scoperti ulteriori sintomi legati al Covid-19, come nebbia mentale, delirio e perdita di capelli. Non solo, sono stati anche collegati all’infezione sintomi dermatologici, come irritazioni alla pelle. Ora sembra essere emerso un alto sintomo serio come la perdita dei denti che cadrebbero all’improvviso senza provocare alcun dolore o sanguinamento.

L’esperienza di una donna che ha avuto il Covid

Come vi abbiamo spiegato qualche riga sù, ad oggi non ci sono studi scientifici che ne danno confema ma diversi pazienti hanno iniziato a segnalare questo problema ai propri medici. Il New York Times riporta l’esperienza di una signora, Farah Khemili, che ha avuto il Covid in primavera durante la prima ondata di contagi.

La donna ha raccontato di aver perso un dente all’inizio di questo mese, senza nessun dolore o sanguinamento. Dopo essersi iscritta ad un gruppo di supporto in cui molte persone riportavano la loro testimonianza con il Covid-19, ha scoperto che molti altri avevano sperimentato la caduta dei denti. In alcuni casi i denti si ingrigivano prima di cadere, spesso erano accompagnati anche da gengive irritate e sensibili.

Ma il parodontologo David Okano dell’Università dello Utah, pensa che sia quasi impossibile che la sola infezione da Covid possa causare questi sintomi dentali. Probabilmente sono legati anche al fumo. Il professor William W. Li, medico e presidente dell’organizzazione Angiogenesis Foundation che studia le malattie dei vasi sanguigni, al New York Times ha dichiarato: «Stiamo iniziando ora ad analizzare alcuni dei sintomi sconcertanti e talvolta invalidanti che i pazienti soffrono mesi dopo essersi ripresi da Covid».