Autore: B.A

Pensione - Fisco

4
Lug 2020

Diabete: tutte le agevolazioni dalla pensione a quelle fiscali per chi ne soffre

Diabete e agevolazioni fiscali: la guida completa

A chi spettano e come fare domanda per le agevolazioni fiscali per chi soffre di diabete? Una domanda comune a molti, dal momento che il diabete è una delle malattie più diffuse in Italia. La normativa fiscale italiana prevede una serie di agevolazioni per chi soffre di diabete. Vediamo tutto quello che bisogna sapere e come fare per sfruttare queste agevolazioni.

Diabete, cos’è?

Il diabete è la più nota malattia metabolica che può interessare l’essere umano e cine dicevamo, in Italia è particolarmente diffusa. Anzi, negli ultimi decenni la malattia a livello mondiale è esplosa esponenzialmente, se pensiamo che negli anni 80 ne soffrivano poco più di 100 milioni di persone al mondo e oggi siamo arrivati a superare i 400 milioni.

L’insorgere di questa patologia in un individuo è collegata alla ridotta disponibilità di insulina di un organismo o alla scarsa sensibilità all’ormone da parte di un organismo.

Agevolazioni fiscali per chi soffre di diabete

Il diabete è a tutti gli effetti una patologia invalidante, nel senso che può dare diritto anche a trattamenti assistenziali come l’indennità di accompagnamento. Ma non solo, perché chi soffre di diabete ha diritto per esempio, alla esenzione dal ticket sanitario e tutti gli aiuti previsti per chi rientra nei benefici della legge 104. Infatti le agevolazioni previste riguardano tanto il soggetto affetto dalla patologia, che i suoi familiari.

In primo luogo occorre sottolineare che i pazienti affetti da diabete hanno diritto ad essere iscritti alle categorie protette, con tutti i vantaggi che ne conseguono. Occorre però che venga certificata una invalidità superiore al 46% nel caso i cui il malato di diabete è un lavoratore dipendente. Se invece chi ha il diabete è un dipendente del Pubblico impiego, c’è per lui la pensione di inabilità.

Esenzioni per malati di diabete

Tra le cose he un malato di diabete può sfruttare c’è senza dubbio l’esenzione dal Ticket sanitario. Si tratta dell’esenzione per patologia, che da il vantaggio per chi ne è beneficiario, di non pagare il ticket per tutti quelli che riguarda la sua malattia.

Pensioni anticipate per diabete

Gli affetti da diabete hanno diritto alla pensione anticipata. La pensione anticipata è commisurata tanto alla percentuale di invalidità che ai propri contributi versati. Nello specifico la pensione si può percepire già con 55 anni e 7 mesi di età per le donne e 60 anni e 7 mesi per gli uomini. Bastano 20 anni di contributi versati ma occorre una percentuale minima di invalidità dell’80%. Non raggiungendo l’80% ma non scendendo sotto il 74%, bisogna racimolare 2 mesi di contribuzione versata in più per ogni anno di servizio.

Naturalmente se lo stato di salute peggiora per via della malattia, il soggetto interessato ha diritto alla pensione di invalidità. Naturalmente si ha diritto alla detrazione delle spese per l’acquisto di una auto o per l’adattamento di una auto alle esigenze dell’invalido. Oltretutto, sempre in materia autovetture, si ha diritto a pagare l’IVA sull’acquisto, al 4%. Agevolazioni queste sulle auto che possono essere assegnate anche ai familiari dell’invalido.