Denise Pipitone, nella lettera anonima spuntano tre nomi: svelato tutto il contenuto

Denise Pipitone, nella lettera anonima spuntano tre nomi: svelato tutto il contenuto

Denise Pipitone, svelato tutto il contenuto della lettera anonima: «A rapirla sono stati loro 3 al 100% li ho visti»

Solo due mesi fa, nello studio dell’avvocato Giacomo Frazzitta e alla redazione di Chi l’ha Visto? è stata spedita una lettera anonima sulla vicenda della piccola Denise Pipitone. Ora il suo contenuto è stato svelato e spuntano tre nomi.

Denise Pipitone, svelato il contenuto della lettera anonima: “A rapirla sono stati loro 3 al 100% li ho visti”

Il legale di Piera Maggio fin da subito ha definito l’autore della lettera anonima come «attendibile» perché ha dato delle informazioni mai divulgate in pubblico. Nella puntata di ieri sera di Chi l’ha Visto?, Federica Sciarelli ha mandato in onda l’intero contenuto di questa lettera importante. L’autore assicura di aver visto Gaspare Ghaleb insieme a due donne (i loro nomi sono stati censurati) in un’auto mentre portavano via la piccola Denise.

Il contenuto della lettera

«Sono 17 anni che so dei fatti sulla bambina scomparsa Denise Pipitone e sono sicurissimo al cento per cento che è la realtà dei fatti. Io non ho parlato prima per paura. Nonostante tutto sto parlando adesso di quel poco che ho visto e che credo sia un indizio sicurissimo. Sono stati loro 100 per 100», inizia così la lettera anonima. L’autore in quelle parole racconta tutto. Erano le 12.30 - 13.00 di un mercoledì, tornava dal lavoro.

Ai tempi abitava in zona e c’era una fila di auto in coda perché c’era il mercato settimanale. Ad un certo punto esce un’auto ad alta velocità che sorpassa tutte le macchine in coda: "si mette correndo nella mia carreggiata e mi tocca specchio e auto, faceva caldo e avevo i finestrini aperti, mi sono accostato e ho guardato dal visore e vedo e sento una bambina gridare «Aiuto mamma aiuto»."

L’auto era blu scuro, al lato guida c’era Gaspare, il fidanzato di Jessica Pulizzi. Denise urlava e piangeva, chiedeva aiuto: «ho sentito l’urlo, la bambina, come ho immaginato io era buttata dietro dalla signora che la teneva con i piedi oppure a fianco messa bassa perché la bambina tanto che gridava aiuto che l’altra donna si è girata e le ha messo le mani sulla bocca per non farla urlare. Credetemi io ero fermo e ho visto tutto, ho paura di parlare, ho famiglia e figli ma andate al sicuro, sono loro tre. Sono stati loro al cento per cento.»

Chi è Gaspare Ghaleb: ieri è stato interrogato per oltre 6 ore

Ieri, mercoledì 7 luglio, è stato interrogato per oltre sei ore dalla Procura di Marsala. Quando aveva solo 18 anni, Gaspare Ghaleb era già finito al centro dell’inchiesta. All’epoca era il fidanzato di Jessica Pulizzi, sorellastra di Denise.

È stato ascoltato come testimone «assistito» nell’ambito della nuova indagine aperta per il sequestro della bimba scomparsa l’1 settembre del 2004 da Mazara Del Vallo. Ad assisterlo è stato Walter Marino e non il legale che lo aveva sempre difeso, Salvatore Chiofalo. Purtroppo resta il massimo riserbo sul contenuto dell’interrogatorio ma il legale ai microfoni di Chi l’ha Visto? ha spiegato che è stato ascoltato come persona informata sui fatti.

Dopo la scomparsa di Denise Pipitone, 17 anni fa, Gaspare Ghaleb finì sotto processo insieme a Jessica Pulizzi per false dichiarazioni al pm e per questo motivo fu condannato in primo grado dal Tribunale di Marsala a due anni di carcere. In appello arrivò la prescrizione del reato. Sono tante le contraddizioni che gli sono state contestate sugli orari delle chiamate avute con l’ex fidanzata proprio nel giorno del rapimento di Denise.