Autore: Luca Macaluso

Alimentazione

Cosa succede a chi mangia carciofi bolliti? Ecco la risposta

I carciofi sono vegetali salutari. Ma cosa succede a chi li mangia bolliti? Ecco la risposta a questa domanda.

I carciofi sono ortaggi molto coltivati in Italia. Del carciofo si mangia la grossa gemma, che viene raccolta prima della fioritura. I carciofi sono molto gustosi e in cucina si prestano a molte preparazioni. Dal punto di vista nutrizionale i carciofi si presentano ipocalorici, ricchi di fibre e di sali minerali come il potassio, il calcio, il fosforo e il ferro. Nei carciofi sono inoltre presenti sostanze come i flavonoidi, i tannini, l’inulina e i fitosteroli. Ma mangiare carciofi bolliti fa bene?

Cosa succede a chi mangia carciofi bolliti

Mangiare carciofi bolliti fa bene e l’organismo viene a contatto con un vero e proprio digestivo naturale grazie alla cinarina, una sostanza in grado di stimolare le secrezioni biliari e la digestione dei grassi nel corpo. Mangiare carciofi bolliti fa bene al fegato, allevia i crampi addominali, il gonfiore, la flatulenza, la sindrome del colon irritabile.

Mangiare carciofi bolliti stimola la diuresi, promuove l’eliminazione di sostanze nocive come scorie e tossine dall’organismo, alleggerisce il lavoro di disintossicazione svolto del fegato. L’aumento di secrezione degli acidi biliari facilita l’eliminazione del colesterolo dal corpo attraverso le feci e aiuta a mantenere sotto la soglia utile i livelli lipidici nel sangue. Il tutto va a vantaggio del cuore e dell’apparato cardiovascolare.

TI POTREBBE INTERESSARE: Mangiare tanta frutta fa bene? Ecco la risposta dell’esperto

Chi mangia carciofi bolliti si appropria di importanti proprietà antiossidanti grazie alle capacità dei polifenoli e dell’acido clorogenico, che riducono i livelli di ossidazione dei lipidi. L’attività antiossidante delle sostanze presenti nei carciofi oltre a salvaguardare la buona salute del fegato, del cuore e della circolazione rallenta l’invecchiamento cellulare, contrasta la pericolosa azione dei radicali liberi, protegge dalla comparsa di patologie tumorali.

I carciofi bolliti nella dieta

Abbiamo capito cosa succede a chi mangia carciofi bolliti. Inserire nella dieta questo piatto permette all’organismo di appropriarsi di proprietà importanti per l’intero stato di salute. Un solo carciofo può contenere fino a un quarto delle fibre vegetali che sono richieste giornalmente. L’alimento si rivela perfetto per chi segue un regime alimentare controllato volto alla riduzione del peso corporeo. Chi vuole dimagrire e combattere la cellulite può inserire nella propria dieta i carciofi bolliti. Le fibre stimolano il senso di sazietà e regolano la funzione intestinale sgonfiando la pancia.

TI POTREBBE INTERESSARE: Verdura da mangiare cruda: ecco la migliore!

Anche l’azione diuretica e depurativa che può avere un piatto di carciofi bolliti aiuta la diminuzione dei grassi circolanti e concorre a ridurre il peso corporeo. Via libera dunque ai carciofi bolliti nella dieta. Certamente gli alimenti possono sottostare ad altri tipi di preparazioni salutari, anche per variare il menù. I carciofi si sposano bene con la pasta, con il riso, con la carne, con il pesce e possono anche essere utilizzati nelle insalate o come contorni.

Si sa che le verdure conservano al meglio le loro proprietà nutrizionali se sono crude ma i carciofi anche cotti o bolliti ne mantengono molte lo stesso. Se si vogliono potenziare gli effetti benefici dei carciofi si possono assumere anche gli estratti della pianta sotto forma di integratori, che si possono trovare in farmacia o in erboristeria.