Coronavirus: ideato un protocollo naturale per renderlo meno aggressivo

Coronavirus: ideato un protocollo naturale per renderlo meno aggressivo

Camillo Ricordi, scienziato che lavora presso l’Università di Miami, ha ideato un protocollo basato su sostanze naturali in grado di mitigare gli effetti del Covid-19.

Camillo Ricordi è uno dei massimi esperti al mondo per quanto riguarda diabete, medicina rigenerativa e trapianti cellulari. Lo scienziato lavora all’Università di Miami e ha ideato insieme ai suoi collaboratori un protocollo naturale in grado di mitigare gli effetti del Coronavirus.

Grazie agli studi realizzati, è emerso che ci sono alcune sostanze naturali come la vitamina D, gli Omega 3, polifenoli e attivatori delle sirtuine che sono in grado di agire contro l’infezione da Sars-CoV-2 e renderla meno aggressiva.

Protocollo naturale anti-Covid ideato da Camillo Ricordi

Il protocollo naturale ideato nell’Università di Miami è molto utile per contrastare le forme più gravi di Covid. Si tratta di un metodo che ha lo scopo di valorizzare i fattori protettivi in grado di dare una mano a coloro che si ammalano di Coronavirus. «Il protocollo prevede fondamentalmente l’assunzione di sostanze ‘naturali’, attivatori delle sirtuine, polifenoli e omega 3, vitamina D, vitamina C, e altre sostanze protettive che possono aiutare a evitare le reazioni iperinfiammatorie e iperimmuni che caratterizzano le forme più gravi Covid-19», ha spiegato Ricordi.

Si tratta di una strategia da sfruttare in combinazione con le altre attualmente disponibili, infatti non è un’alternativa ma piuttosto va sfruttata insieme per migliorarne l’efficacia contro il Covid-19. «Si tratta piuttosto di una strategia complementare, che consiglio anche per evitare o minimizzare alcuni degli effetti collaterali talvolta associati ad alcuni vaccini», ha infatti precisato lo scienziato italiano.

Il protocollo naturale non è stato messo a punto esclusivamente per il Coronavirus, infatti già prima della pandemia si stava lavorando alla realizzazione di questa metodologia. «Stiamo studiando strategie simili per bloccare la progressione di malattie autoimmuni, come il diabete di tipo I, la psoriasi, il morbo di Crohn e così via», ha spiegato Ricordi.

L’importanza delle sirtuine

Fondamentali per combattere in modo efficace l’infezione da Covid-19 sono gli attivatori delle sirtuine. Si tratta di una classe di proteine che si trovano naturalmente all’interno dell’organismo umano e hanno lo scopo di regolare le vie metaboliche, inoltre sono coinvolte anche nel processo di stress e di invecchiamento del corpo. Sono molte le ricerche ad aver evidenziato che le sirtuine sono capaci di aiutare la salute delle persone.

«Sorprendentemente studi di ricerca stanno rivelando come queste sostanze possano avere un effetto protettivo anti virale, incluso patologie legate ai coronavirus, come il Covid-19. Polifenoli e attivatori delle sirtuine si stanno infatti rivelando protettivi e contribuire alla prevenzione della tempesta di citochine che caratterizza la maggior parte delle infezioni gravi», ha detto lo scienziato Camillo Ricordi spiegando in tal modo l’importanza del protocollo naturale da lui ideato anche contro il Covid-19.

Alla luce da quanto emerso dallo studio, sono attualmente molti i gruppi internazionali che stanno studiando Sirt500, una combinazione di fattori capaci di proteggere l’organismo stimolando proprio la produzione delle sirtuine. Leggi anche: Il virologo Pregliasco: «Presenza di varianti un segno di difficoltà del virus»