Classifica 150 migliori aziende in Europa: ecco le top italiane

Classifica 150 migliori aziende in Europa: ecco le top italiane

Quest’anno nella classifica “Europe’s Best Workplaces 2021”, vi sono ben 20 aziende italiane. Ecco quali sono quelle ai vertici, divise per dimensioni.

Tutti coloro che stanno cercando un lavoro si pongono la domanda relativa a quale azienda proporre la candidatura. Infatti, non tutti gli ambienti di lavoro sono uguali e ci sono aziende che si fanno preferire a molte altre.

Dal neolaureato che intende arricchire il proprio CV con un’esperienza pratica di livello, fino alla figura laureata e specializzata con anni di carriera alle spalle: tutti vogliono o vorrebbero sapere quali sono le migliori aziende in cui lavorare in Europa.

Ebbene, per saperlo, gli interessati faranno bene a dare un’occhiata alla cd. “Europe’s Best Workplaces 2021”, vale a dire la classifica 150 migliori aziende europee di Great Place to Work, società leader nello studio e nell’analisi dei contesti aziendali e dell’employer branding. Sono finite sotto esame ben 3mila imprese localizzate nel vecchio continente. Vediamo allora qualche dettaglio in merito.

Le 150 migliori aziende in cui lavorare in Europa: chi sono quelle al top?

Questa classifica è arrivata ormai alla diciannovesima edizione, confermandosi un punto di riferimento per coloro che stanno cercando un impiego. In particolare, la Europe’s Best Workplaces include una suddivisione in quattro categorie (large, medium, small e multinational companies) in rapporto al numero di componenti che lavorano per ciascuna realtà aziendale.

Nell’ambito delle multinazionali, ossia le aziende di dimensioni maggiori, è DHL che ottiene il primato: è questa infatti la miglior azienda europea di grandi dimensioni, in cui lavorare. Tra le aziende di categoria ’large’, vale a dire che contano più di 500 dipendenti, abbiamo Kuveyt Turk in cima.

Per quanto attiene alle aziende di dimensione media - dai 50 ai 499 dipendenti - al top abbiamo Afas Software, mentre in tema di aziende piccole leader è Viisi Hypotheken.

Le aziende italiane meglio piazzate in classifica

Ci si potrebbe chiedere quali sono le realtà italiane premiate dalla classifica 150 migliori aziende, ossia quelle in cui il clima, il rapporto con i colleghi e le possibilità di carriera sono migliori.

Ebbene, l’Italia quest’anno ha ben 20 aziende all’interno della graduatoria. Inoltre, un’altra buona notizia è che per la prima volta l’Italia è inclusa nel settore relativo alle large companies con due aziende, vale a dire Illimity (14° posto), banca online che si è già fatta conoscere dal grande pubblico, ed Elettronica (29° posto), da più di cinquant’anni ai vertici nella difesa elettronica.

Nell’ambito delle aziende di media grandezza, troviamo piazzate in classifica 3 aziende nostrane: Biogen Italia (17° posto), società operante nel settore Biotecnologie e Prodotti Farmaceutici; Zeta Service (34° posto), che offre servizi professionali nell’ambito dell’amministrazione del personale in outsourcing e Insight Technology Solutions Italy (47° posto), realtà del fiorente settore dell’IT.

Tra le piccole aziende, citiamo ai vertici Camasia (18° posto), operante nel campo dell’IT ed alla sua prima partecipazione all’indagine Great Place to Work.

La classifica 150 migliori aziende in Europa premia l’Italia ed alcune sue innovative realtà imprenditoriali. Questi i nomi da segnarsi in agenda, nel caso ci si voglia proporre per una carriera lavorativa in un ambiente caratterizzato dal benessere organizzativo e da risultati economici di tutto rispetto.

LEGGI ANCHE: Classifica Time 100 persone più influenti, ecco chi è il solo italiano incluso