Autore: Rita Parisi

Sara Croce Instagram, sguardo intenso e décolleté che sconvolge: “La perfezione in una foto”

Sara Croce, La Bonas di Avanti un altro, ha regalato un primo piano da sogno ai suoi followers che hanno decisamente apprezzato il suo scatto.

Sara Croce si conferma sempre più tra le regine di Instagram. Il suo profilo ufficiale vanta oltre mezzo milione di followers che attendono con ansia e trepidazione i suoi nuovi scatti mozzafiato. La sensualissima e stratosferica Sara ha raggiunto la notorietà vestendo i panni di Madre Natura nella seguitissima trasmissione di Canale 5 “Ciao Darwin” e oggi è la “Bonas” di Avanti un Altro, sempre accanto a Paolo Bonolis. Il suo ultimo post su Instagram è un elogio alla sua prorompente bellezza e femminilità che ha raccolto 70,4 mila like in pochissimo tempo.

LEGGI ANCHE: Elisa Isoardi Instagram, pausa pranzo mozzafiato: “Bellezza unica”

Visualizza questo post su Instagram

Bored😴 #quarantinelife

Un post condiviso da S A R A (@saracroce98) in data:

Sara Croce e il primo piano che incanta Instagram, i commenti dei followers: “Fantastica”

Sara Croce, nel suo ultimo scatto pubblicato su Instagram appare in un intenso primo piano che evidenzia le sua labbra carnose, i suoi grandi e intensi occhi azzurri e il suo prorompente décolleté, una bellezza sfrontata e irresistibile che ha fatto impazzire i suoi followers, i quali hanno inondato la Bonas di commenti: “Che bellezza”, “Splendida”, “Bellissima”, “Che splendore”, “Sei semplicemente incantevole”, “Una dea”, “Stupenda”, “Sei uno spettacolo”, “La più bella madre Natura”, “Fantastica”, “Sei troppo bella per essere vera”, “La perfezione in una sola foto”, “Una donna che ogni uomo vorrebbe avere al proprio fianco”, “Occhi che incantano”, “Un angelo”, “Meravigliosa”, “Hai degli occhi da sogno”. Sara Croce sta allietando la quarantena dei suoi fan condividendo non solo i suoi incredibili scatti del passato, ma anche quelli relativi alle settimane che sta trascorrendo anche lei a casa a causa del lockdown imposto dall’emergenza Coronavirus.