Autore: Luca D

Matteo Salvini - Sergio Mattarella - Coronavirus - Giuseppe Conte

11
Apr 2020

Matteo Salvini chiama Mattarella e attacca Conte: «Accuse inaccettabili»

Matteo Salvini chiama Mattarella per parlare del discorso di Giuseppe Conte in diretta TV ed anticipa «Fine della collaborazione con il governo»

Nel nostro paese continuano a tenere banco le dichiarazioni rilasciate in diretta TV da Giuseppe Conte. Il presidente del consiglio, oltre ad illustrare al popolo italiano, quali saranno i prossimi passi da intraprendere per fronteggiare la diffusione del Covid 19, ha attaccato i due volti principali della destra italiana: Matteo Salvini e Giorgia Meloni.

Giuseppe Conte ha criticato il comportamento dei due sottolineando le false notizie che diffondono tramite i loro canali social e la loro riluttanza nella cooperazione anche in un momento così delicato e difficile per l’intero paese. I due però non ci stanno ed hanno già intrapreso quello che, in una partita di calcio, sarebbe chiamato contropiede.

LEGGI ANCHE: Coronavirus: ecco le attività che riaprono dopo Pasquetta!

Matteo Salvini chiama Mattarella: “Inaccettabile il comportamento di Conte”

Dopo aver risposto pubblicamente al presidente del consiglio, Matteo Salvini ha deciso di contattare il presidente della Repubblica Mattarella a nome del suo partito, ma anche di Fratelli d’Italia e Giorgia Meloni. In una chiamata telefonica, il leader della Lega ha detto: «La chiamo anche a nome degli altri colleghi leader dei partiti di centrodestra: quel che ha fatto il premier ieri sera non è degno di un paese democratico, presidente, siamo molto risentiti e riteniamo gravissimo quanto accaduto».

Secondo Matteo Salvini, Giuseppe Conte avrebbe organizzato la conferenza a pennello per cercare di screditare lui e la destra italiana. Salvini contesta quanto affermato da Giuseppe Conte e parzialmente lo smentisce, ma il suo risentimento è dovuto principalmente alle modalità con cui Conte ha attaccato lui ed il suo partito. Secondo Salvini, infatti, non avrebbe dovuto farlo in diretta nazionale, ne tantomeno in tv, ne tantomeno nell’ambito di una conferenza dedicata ad il problema dell’emergenza. Per il leader della lega si tratterebbe di un piano studiato a tavolino per far perdere i consensi degli elettori alla Lega, ossia di un “piano totalitario condiviso dalla Rai”.

LEGGI ANCHE: La rivincita della natura favorita dalla pandemia

Matteo Salvini: “Fine della collaborazione con l governo”

Secondo il leader della Lega, il governo si sarebbe detto disposto alla collaborazione ma a queste parole non sarebbero seguiti i fatti visto che diverse proposte avanzate dalla lega sono state respinte o neanche prese in considerazione. Alla luce di questo comportamento, lo stesso Matteo Salvini ha confermato a Sergio Mattarella che, da oggi, la collaborazione tra opposizione e governo non ci sarà. Questo punto di vista sulla mancata collaborazione del governo è stato adottato anche da Giorgia Meloni e Silvio Berlusconi.

L’intervento di Giuseppe Conte è stato criticato anche da Italia Viva, il nuovo partito di Matteo Renzi, e da alcuni giornalisti di spessore tra cui anche Enrico Mentana. D’altro canto il governo si difende dicendo che non è stato fatto nessun attacco ai partiti di destra e alle opposizioni, ma semplicemente si è sottolineato un comportamento pericoloso e grave che Salvini e la Meloni adottano da settimane, ossia quello di diffondere notizie non veritiere.