Autore: Rita Parisi

Coronavirus

Covid-19 Campania, aggiornamento dati: le province più colpite

L’Unità di Crisi della Regione Campania ha diramato l’ultimo bollettino dei contagi da Covid-19.

L’Unità di Crisi della Regione Campania ha reso noto l’ultimo bollettino sui contagi da Coronavirus. Il punto alle ore 23.59 di ieri con i positivi in Campania ripartiti per province:

  • Totale positivi: 3.988
  • Totale tamponi: 46.294
  • Totale deceduti: 300
  • Totale guariti: 643 (di cui 526 totalmente guariti e 117 clinicamente guariti)

Il riparto per provincia:

  • Provincia di Napoli: 2.130 (di cui 829 Napoli Città e 1301 Napoli provincia)
  • Provincia di Salerno: 602
  • Provincia di Avellino: 425
  • Provincia di Caserta: 397
  • Provincia di Benevento: 167
  • Altri in fase di verifica Asl: 267

LEGGI ANCHE: Covid-19 Campania, riaprono pizzerie e pub? La risposta di De Luca

Coronavirus Campania, De Luca visita il cantiere dell’ospedale modulare di Caserta

Intanto, il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, in queste ore ha visitato il cantiere dell’ospedale modulare di Caserta: «Un intervento di grandissimo valore - ha spiegato- Stiamo rispettando alla lettera i tempi di realizzazione. Un altro dei miracoli amministrativi che abbiamo fatto in Campania. Sono 24 i posti letto di terapia intensiva su 120 complessivi fra Caserta, Napoli (Ospedale del Mare) e il Ruggi a Salerno. Nel corso di queste due settimane abbiamo avuto un accesso ridotto alle terapie intensive. Grazie a Dio, c’è un’aggressività minore del virus. Ma è del tutto evidente che questi nuovi posti letto ci servono per separare l’attività ospedaliera normale dall’attività di cura dei pazienti COVID, quindi è essenziale questa realizzazione. Non sarà demolita dopo due mesi, ma rimarrà come struttura di affiancamento all’ospedale.»

Il governatore, durante l’ultimo aggiornamento in diretta Facebook sull’emergenza Coronavirus in Campania ha dichiarato di essere pronto a chiudere l’Italia qualora nelle altre regioni si verifichi un’accelerata per l’ingresso nella Fase II. In particolare, il numero uno di Palazzo Santa Lucia ha detto perentorio: «se una regione oggi accelera il ritorno alla normalità in maniera non responsabile e non coerente con il livello di contagio rischia di rovinare l’Italia intera.Per essere chiari: se dovessimo avere una fuga in avanti da parte di regioni che hanno ancora un elevato livello di contagio, la Campania chiuderà i suoi confini. Faremo un’ordinanza con la quale vieteremo l’ingresso da regioni nelle quali il contagio è in corso in maniera elevata».

LEGGI ANCHE: Covid-19 Campania, dati incoraggianti, ma c’è il primo sindaco morto

Fase II in Campania, si lavora allo screening di massa

In Campania in queste ore si lavora alacremente per l’ingresso nella Fase II per la quale è stato approntato un Piano della Regione basato soprattutto sullo screening di massa, come ha spiegato De Luca: «È in corso di definizione in queste ore un Piano regionale per lo screening di massa sui cittadini campani. Questo piano di monitoraggio, di prevenzione e di cura relativo al Covid-19, deve svilupparsi in modo parallelo con il piano di rilancio delle attività economiche e sociali. La fase 2, che è ormai prossima, non dovrà mai perdere di vista il controllo sanitario e la garanzia di sicurezza per le nostre famiglie».