Autore: Luca D

Stati Uniti - Alitalia - Coronavirus

Coronavirus, volo bloccato a New York. American Airlines sospende tutti i voli per Milano

La compagnia americana American Airlines ha ufficializzato la sospensione delle tratte Miami-Milano e New York-Milano in seguito ad un episodio che ha lasciato un intero aereo a New York.

Il numero dei contagiati in Italia ha superato il migliaio, di questi 29 sono deceduti ma ben 50 hanno già sconfitto e superato il virus. Nel frattempo cresce la paura degli altri Stati nei confronti del nostro paese, in particolare del nord, ed aumentano le misure preventive. Gli Stati Uniti hanno aumentato il livello di allerta in Italia raggiungendo il massimo livello pari a 4, che corrisponderebbe al forte consiglio di non viaggiare verso le aree colpite dal virus.

Trump e il suo team consigliano ai cittadini statunitensi di rimanere alla larga dall’Italia, ma anche da Iran, Cina e Sud Corea. Diverse altre nazioni hanno sconsigliato o addirittura vietato qualsiasi collegamento con l’Italia. In praticamente tutti i paesi del mondo i passeggieri dei voli provenienti dal Nord Italia vengono trattati con più attenzione e sottoposti a controlli più rigidi anche se, ad oggi, non esistono alternative completamente efficaci al tampone.

Volo bloccato a New York

Un volo American Airlines che sarebbe dovuto partire da New York per giungere a Malpensa a Milano non è stato fatto partire. L’equipaggio di volo si sarebbe rifiutato all’ultimo momento di salire sul volo a causa della paura diffusa dal virus. Successivamente, in una nota ufficiale, American Airlines ha parlato di una netta diminuzione della domanda e della sospensione della tratta fino al 24 aprile. La nota compagnia americana ha sospeso, per ora fino a tale data, tutte le partenze da New York e Miami per il capoluogo lombardo.

LEGGI ANCHE: Coronavirus: i decessi globali superano le 3mila unità mentre negli Usa cresce la preoccupazione per le spese sanitarie

Secondo quanto raccontato all’"Ansa" da alcuni testimoni presenti sull’aereo e rimasti bloccati a New York, l’imbarco dei passeggeri sarebbe iniziato e procedeva normalmente. Ad un certo punto ci sarebbe stato un contro ordine e i passeggieri già saliti sull’aereo sarebbero stati obbligati a scendere nuovamente. Sin da subito è sembrato chiara l’intenzione dell’equipaggio di non prendere parte al volo. Sono seguiti dei lunghi minuti di incomprensioni e tensioni fino a quando American Airlines ha preso una posizione.

La decisione di American Airlines: volo cancellato e tratte per Milano sospese fino al 24 aprile

Inizialmente non sembrava che il volo dovesse essere cancellato ma dopo un’ora di attesa per i passeggieri e di dibattiti interni per l’amministrazione, è arrivata l’ufficiale cancellazione del volo. Pochi minuti dopo American Airlines, tramite una nota ufficiale, ha comunicato la pesante decisione di sospendere tutti i voli per Milano fino al 24 aprile.

Il rimpatrio avverrà grazie ad Alitalia

A questo punto, grazie all’intervento del Consolato Generale di New York e dell’ambasciata italiana a Washington si è riusciti a trovare una soluzione al problema. I passeggieri, dopo diverse ore di attesa, sono stati trasportati in un hotel vicino per passare la notte e nella giornata di ieri hanno lasciato gli Stati Uniti tramite un volo messo a disposizione per l’emergenza da Alitalia.